Anno XI numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Fotografie, filmati, costumi per raccontare “la straordinaria avventura” della Radiotelevisione italiana dal 1924 ad oggi

In mostra al Vittoriano i 60 anni della Rai

ROMA – La Rai festeggia i 60 anni della televisione e i 90 anni della radio in una mostra, ospitata al Vittoriano fino al 30 marzo, poi alla Triennale di Milano. Attraverso la televisione e la radio, la Rai ha portato nelle case degli italiani informazione, cultura e svago, ha contribuito alla formazione

Leggi tutto…

Prende il posto, da oggi, di Paolo Martini che ha rassegnato le dimissioni

Alessio Falconio neodirettore di Radio Radicale

Alessio Falconio

ROMA – “Da oggi, lunedì 3 febbraio, Alessio Falconio assume la direzione di Radio Radicale, subentrando a Paolo Martini che ha rassegnato le proprie dimissioni. A Paolo Martini l’azienda

Leggi tutto…

All’udienza generale di oggi appello a tenere alto il livello etico evitando disinformazione, diffamazione e calunnia

Papa Francesco alla Rai: “Servite sempre la verità”

Papa Francesco

CITTA’ DEL VATICANO – “La qualità etica della comunicazione è frutto, in ultima analisi, di coscienze attente, non superficiali, sempre rispettose delle persone, sia di quelle che sono oggetto di informazione, sia dei destinatari del messaggio. Ciascuno, nel proprio ruolo e con la propria responsabilità, è chiamato a vigilare per tenere

Leggi tutto…

9 mesi di carcere al proprietario e speaker Guido Gheri e 6 al suo “aiuto” Salvatore Buono. Parte “lesa”: il Comune di Firenze

Diffamazione e istigazione al razzismo: condanne a Radio Studio 54

Guido Gheri

FIRENZE – Diffamazione e istigazione all’odio razziale: questi i reati per cui sono stati condannati stamani a Firenze il proprietario e speaker dell’emittente Radio Studio 54, Guido Gheri, e il suo “aiuto” in studio, Salvatore Buono, per frasi pronunciate in alcune trasmissioni, ritenute tali da istigare odio

Leggi tutto…

Il 6 ottobre del 1924 nasceva in Italia la prima trasmissione radiofonica. Nel gennaio 1925 era il turno di Radiorario

Radio: il mass media più evergreen compie 90 anni

Maria Luisa Boncompagni

L’intramontabile fascino della radio

ROMA – Mass media immortale, la radio accompagna da oltre un secolo le giornate degli italiani. Era il 6 ottobre del 1924 quando nasce in Italia la prima trasmissione radiofonica. Siamo a Roma, in via Maria Cristina, nell’attuale quartiere Parioli. La voce è quella

Leggi tutto…

In Spagna pronta a vendere Radio Marca, ma la partità più importante è quella italiana (50-60 milioni di euro)

Rcs punta ad uscire dal business radiofonico

MILANO – Il business delle radio sarà al centro dell’attenzione degli azionisti di Rcs Mediagroup nei primi mesi del 2014. Il gruppo editoriale si sta mobilitando per uscire dal business radiofonico non solo in Italia, dove si attendono novità sulla quota del 44,5% di Finelco (Radio 105, Radio Monte Carlo e Virgin Radio), ma anche

Leggi tutto…

Il segretario dell’Assostampa ligure Alessandra Costante: “L’emittente continua a fare informazione con personale senza contratto”

Babboleo news: senza giornalisti la radio non c’è più

GENOVA – Crisi aziendale, licenziati, in attesa della sanatoria degli arretrati della cassa integrazione in deroga, vertenza sindacale aperta. La redazione di Babboleo news non esiste più con i licenziamenti decretati dalla proprietà dopo mesi di confronti e proposte da parte dei colleghi e della Associazione Ligure dei Giornalisti. Colleghi che si trovano ora assistiti

Leggi tutto…

Radwan Ghariani trovato morto nella sua auto. La sua radio è tra le più importanti del Paese

Libia: ucciso il proprietario di Tripoli Fm

TRIPOLI (Libia) – Il proprietario di una delle più importanti radio private della Libia, Radwan Ghariani, è stato trovato morto nella sua auto a Tripoli, ucciso da quattro proiettili. Lo ha reso noto la stessa emittente, Tripoli Fm, che trasmette programmi d’informazione e culturali, esclusivamente in

Leggi tutto…

L’editore ha incassato oltre 21 milioni in 7 anni, ma annuncia di voler “cessare l’attuale progetto editoriale”

Che fine faranno Ecoradio e i suoi 5 giornalisti?

ROMA – Quale potrà essere il futuro Ecoradio dopo l’annuncio da parte dell’editore di “cessare l’attuale progetto editoriale” che occupa, dopo varie riduzioni di personale, 5 giornalisti (compreso l’editore che è anche il direttore della testata) e altri 4 lavoratori?. E’ quello che stanno cercando di capire le organizzazioni sindacali dei giornalisti dopo due incontri

Leggi tutto…

Tetto massimo agli accrediti per giornalisti e operatori, orario d’arrivo anticipato, definizione di aree destinate alla ripresa

Cronache sportive in radio e tv: l’Agcom mette i paletti

Tonino Carino: mitiche le sue teleradiocronache da Ascoli

ROMA – L’Agcom cerca di mettere ordine nella “babele” delle cronache radiotelevisive di eventi sportivi in Italia apportando modifiche al regolamento. E, quindi, d’ora in poi limite al numero di accrediti per giornalisti e operatori; orario d’arrivo anticipato; definizione di aree

Leggi tutto…

E’ la prima volta nella storia dei rilevamenti. Lettera aperta del comitato di redazione: “E’ giunto il momento di voltare pagina”

Radio Rai, il cdr: “Perso il primato nella fascia mattutina”

ROMA – Gentile Presidente, Gentile Direttore Generale, Gentili Consiglieri, abbiamo deciso di scrivere questa inusuale lettera aperta perché la tendenza al ridimensionamento dei nostri ascolti ci preoccupa molto. Per la prima volta nella storia dei rilevamenti, nel primo semestre 2013 perdiamo addirittura il primato nella fascia 6.00-9.00. I dati, progressivi e costanti, sono peraltro coerenti

Leggi tutto…

“Il Contratto è unico - almeno sulla carta - ma sussistono troppe differenze nelle buste paga e nella vita lavorativa”

“Troppe disuguaglianze a Radio 24”: il Cdr si dimette

MILANO – Il Comitato di redazione di “Radio 24” annuncia le sue dimissioni a poco più di tre mesi dalla scadenza naturale del mandato. Lo fa “per ragioni ben precise e comunque consapevole di dovere delle spiegazioni. Riteniamo – afferma il Cdr – che in radio ci siano troppe differenze. Il Contratto è unico –

Leggi tutto…

Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro, conduttori di due trasmissioni, estromessi dall’emittente dopo l’articolo uscito sul Foglio

“Questo Papa non ci piace”: cacciati da Radio Maria

Alessandro Gnocchi

Mario Palmaro

ROMA – Dopo l’articolo “Questo Papa non ci piace”, firmato mercoledì 9 ottobre sul “Foglio”, Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro, due intellettuali cattolici tradizionalisti conosciuti per le loro perplessità sul Concilio Vaticano II, sono stati allontanati dalla conduzione delle trasmissioni di Radio Maria, “Incontri

Leggi tutto…

Forte sostegno e solidarietà della Federazione della stampa italiana ai colleghi greci e alla Efj, impegnata a tutelarne i diritti

Grecia, la Fnsi: “Piena riapertura della tv pubblica”

Il segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, alla Tv pubblica greca Ert

ROMA – La Fnsi esprime forte sostegno alla Efj e ai colleghi del Sindacato greco dei giornalisti, impegnati a sollecitare la piena riapertura di un servizio pubblico radiotelevisivo in Grecia. Il nuovo progetto governativo ha escluso centinaia

Leggi tutto…

La Gran Bretagna si aggiudica 5 riconoscimenti, di cui 4 alla Bbc. L’Italia vince con Wired e il Piccolo Teatro di Milano

65° Prix Italia: vince l’Europa, ma il podio è inglese

Foto di gruppo al 65° Prix Italia

TORINO – Parla inglese il podio del 65° Prix Italia, ma nei riconoscimenti, per la prima volta, come ha sottolineato il segretario generale Giovanna Milella, è rappresentata tutta l’Europa, dall’est della Russia, al nord della Norvegia, all’ovest del Portogallo al sud dell’Italia. E poi ancora

Leggi tutto…