Anno IX numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Il 23enne deve rispondere del reato di percosse al giornalista aggredito a Crotone

Caso Giuseppe Laratta: denunciato un giovane

Giuseppe Laratta

CROTONE – La squadra mobile della questura di Crotone ha denunciato un giovane crotonese per l’aggressione al giornalista Giuseppe Laratta, avvenuta il 27 febbraio scorso.
Si tratta di S.V.C., 23 anni, con precedenti di polizia in materia di divieto di accesso a manifestazioni sportive e lesioni personali aggravate, che deve rispondere del reato di percosse al giornalista dell’emittente televisiva LaC.
Giuseppe Laratta era stato malmenato mentre stava eseguendo delle riprese ai lavori di allestimento della tendopoli per i senzatetto di Crotone al fine di realizzare un servizio giornalistico per il canale televisivo con il quale collabora. (agi)

 

LEGGI ANCHE: http://www.giornalistitalia.it/crotone-aggredito-il-giornalista-giuseppe-laratta/

A Reggio Calabria un corso di formazione promosso da Arga Calabria, Sgc e Odg

Olio extravergine: verità e fake news

REGGIO CALABRIA – Nell’“Anno del cibo italiano nel mondo” il ruolo del giornalista agroalimentare diventa fondamentale per la tutela e la valorizzazione dei prodotti made in Italy, soprattutto a livello internazionale. L’aumento delle fake news sull’olio extravergine di oliva – alimento e ingrediente tipico della dieta mediterranea –, le conseguenze di questa cattiva informazione sui mercati in termini remunerativi, i falsi miti che attorno all’“Evo”, l’olio extra vergine di oliva, sono stati costruiti – per fortuna sfatati dalle continue scoperte Leggi tutto…

È successo in un campo della Croce Rossa. Parisi e Albanese (Fnsi): “Grave episodio”

Crotone: aggredito il giornalista Giuseppe Laratta

Giuseppe Laratta

CROTONE – Giuseppe Laratta, giornalista pubblicista e videoreporter dell’emittente televisiva LaC, è stato aggredito oggi pomeriggio a Crotone. Laratta era impegnato nella realizzazione di un servizio sul campo che la Croce Rossa sta allestendo su un terreno del Comune di Crotone per prestare aiuto ai senzatetto in questi giorni di freddo e gelo.
Laratta è stato colpito violentemente al volto da un uomo che lo ha assalito alle spalle, tentando di strappargli via la telecamera. L’uomo che lo ha aggredito, anche minacciandolo e insultandolo pesantemente, si è presentato come il figlio dell’ex custode del terreno sul quale è in allestimento il campo. Giuseppe Laratta si è quindi recato in Questura per sporgere denuncia.
«È grave quanto accaduto oggi al giornalista Giuseppe Laratta – affermano il segretario generale aggiunto della Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, e il delegato alla Legalità della Fnsi, Michele Albanese –. L’aggressione ad opera di un soggetto che ha agito senza timore alcuno colpendo il collega alle spalle e tentando anche di strappargli la telecamera mentre stava effettuando un servizio sull’allestimento di un campo della Croce Rossa Leggi tutto…

A lezione di giornalismo sulle navi Grimaldi con Lorenzo Del Boca e Giuseppe Mazzei

Travel Game, l’imparar m’è dolce in questo mare

ROMA – Dall’unione tra viaggio e studio, cultura e divertimento, socializzazione e spirito di squadra nasce “Travel Game”, il progetto didattico innovativo organizzato da Planet Multimedia e Grimaldi Lines Tour Operator giunto alla VII edizione. Progetto che vede, quest’anno, il patrocinio del quotidiano on line Giornalisti Italia (www.giornalistitalia.it).
Nei mesi di marzo e aprile circa 11.000 studenti di oltre 150 istituti scolastici italiani viaggeranno alla volta di Barcellona, con partenza da Civitavecchia, e poi di Atene, Leggi tutto…

“La storia di questo ragazzo mi ha coinvolto emotivamente: prova l’amore oltre la vita”

Luciano Regolo: “Christian, il libro che amo di più”

Luciano Regolo e un’immagine di Christian

ROMA – «Tra tutti i miei libri, forse questo è quello che, scrivendolo, mi ha coinvolto di più emotivamente, perché è una storia vera che prova coi fatti come l’amore vada oltre la vita». Così, Luciano Regolo, consigliere nazionale della Fnsi, condirettore di Famiglia Cristiana e autore di numerosi volumi, fra i quali i best-seller dedicati alla mistica calabrese Natuzza Evolo, tradotti in varie lingue, presenta a Giornalisti Italia, la sua ultima opera, “Storia di Christian. Ogni vita è per sempre”, uscito in questi giorni per le Edizioni San Paolo con un’introduzione di padre Antonio Spadaro, gesuita direttore della rivista La civiltà cattolica, tra i religiosi più vicini a Papa Francesco, che ha accompagnato in tutti i suoi viaggi per il mondo.
Il libro racconta la vita breve, ma intensa di un ragazzo, fuori dal comune, musicista appassionato, di nome Christian Cappelluti, scomparso esattamente 20 anni fa, il 9 agosto 1998. Collaborava ed era entrato in grande amicizia con la cantante Mina, che ha detto di lui: «Uno di quei rarissimi giovani uomini che ti fanno sperare che questo mondo possa andare avanti, possa migliorare»,
Christian, fin da adolescente fu poeta dell’amore (divino e umano) e volle coltivare la propria vocazione di musicista, percepita come dono per sé e per gli altri; la vita di un ragazzo di oggi che, per realizzare il suo sogno, mise in atto passione e rigore in ogni istante della propria vita, spezzatasi ad appena 22 anni, per un raro disturbo ematico, ma capace di lasciare un segno straordinario in chiunque abbia incontrato lui o la sua eredità (oggi testimoniata e portata avanti dalla Fondazione e presso il liceo classico e musicale, voluti dai suoi genitori): siano essi stati gli amici e la fidanzata, Leggi tutto…

Vile intimidazione a Reggio Calabria: tagliate le quattro gomme e infranti i vetri

Danni all’auto del giornalista Gianni Baccellieri

Gianni Baccellieri

REGGIO CALABRIA – «La vile intimidazione al giornalista sportivo Gianni Baccellieri, la cui autovettura è stata seriamente danneggiata (taglio delle gomme e rottura dei vetri) in pieno giorno a Reggio Calabria, è l’ennesima dimostrazione di quanto sia sempre più difficile svolgere serenamente il lavoro di cronista in questa città».
L’Ordine, il Sindacato dei giornalisti e l’Ussi (Unione Stampa Sportiva Italiana) della Calabria, nell’esprimere solidarietà e vicinanza a Gianni Baccellieri, sottolineano la preoccupazione della categoria e invitano le forze dell’ordine ad “individuare i responsabili di tale insopportabile gesto che non colpisce il singolo giornalista, ma la stessa libertà di informazione”. (giornalistitalia.it)

Carlo Parisi (Fnsi): “Triste epilogo di un’impresa folle e temeraria” per 46 lavoratori

Il Garantista, avviato il licenziamento collettivo

L’edizione del 27 dicembre 2015 del quotidiano Cronache del Garantista

ROMA – Il curatore fallimentare della società cooperativa Giornalisti Indipendenti, Tommaso Mililli, ha avviato la procedura di licenziamento collettivo di tutto il personale della testata giornalistica Cronache del Garantista, ai sensi degli articoli 4 e 24 della Legge 223 del 23 luglio 1991. Si tratta di 46 dipendenti, dei quali 39 giornalisti (30 in Calabria e 9 nel Lazio) e 7 poligrafici (4 in Calabria e 3 nel Lazio). Cala, così, definitivamente il sipario Leggi tutto…

Alle Notti delle Magare lo storico e giornalista racconta i sui libri insieme a Carlo Parisi

La Via Francigena passa per San Fili con Del Boca

Carlo Parisi, Lorenzo Del Boca e Francesco Cangemi

SAN FILI (Cosenza) – Ci sono notti nella vita che sono indimenticabili. L’oscurità scandisce i tempi che ci separano dal giorno in cui stiamo per fare qualcosa di eccezionale. Di notti come questa Lorenzo Del Boca, presidente emerito dell’Ordine nazionale dei giornalisti e già presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana, ne ha vissute tante mentre, insieme ad Angelo Moia, da Canterbury tornava a Roma Leggi tutto…

Carlo Parisi (Fnsi): “Il Comune di Montalto Uffugo revochi immediatamente il bando”

Avviso “su misura” per addetto stampa

Il sindaco di Montalto Uffugo, avv. Pietro Caracciolo

MONTALTO UFFUGO (Cosenza) – Nella saga dei più stravaganti avvisi di selezione per addetto stampa, il Comune di Montalto Uffugo riesce a battere tutti. L’avviso “ad evidenza pubblica per l’individuazione di un addetto stampa e comunicazione” pubblicato dal Comune di circa 20mila abitanti, in provincia di Cosenza, scaduto a mezzogiorno di oggi, giovedì 15 febbraio, è intanto viziato da un errore di fondo: è finalizzato Leggi tutto…

“Alzare l’asticella della qualità rappresenta il valore aggiunto che va oltre la tecnologia”

Del Boca: “Giornalisti preparati, è l’unica salvezza”

Lorenzo Del Boca

ROSSANO (Cosenza) – Con questa accelerazione sociologica, il giornalista finisce per vestire i panni – contemporaneamente – del protagonista e della vittima. La riflessione viene in occasione del convegno avvenuto a Rossano (Cosenza), proposto dai giornalisti cattolici dell’Ucsi Calabria insieme al Sindacato e all’Ordine regionale dei giornalisti.
Il giornalista che non nasconde la propria fede religiosa (ma, per la verità, qualunque giornalista anche senza aggettivi) come può affrontare e metabolizzare l’evolversi della professione? La tecnologia conquista traguardi, di volta in volta, impensabili.
A chi ha perduto un arto per malattia o in un incidente riescono ad avvitare braccia e gambe di metallo con le quali si può correre, tirare di scherma, vincere le olimpiadi.
La pubblicità spiega come le vetture in commercio siano state dotate di un sensore capace di individuare un ostacolo e di fermarsi prima di travolgerlo. By-passando il guidatore. Non ci vorrà molto perché gli autisti sianosostituiti del tutto da un computer al quale indicare percorso e destinazione.
Cambiano le prospettive. Il lavoro dei medici è svolta dagli ingegneri e gli informatici sostituiscono i taxisti, rendendo inutili i vigili del traffico, la polizia stradale, gli assicuratori e i carrozzieri. Eppure questi progressi che, per un verso, affascinano, per un altro inquietano e pongono questioni etiche non banalmente risolvibili dalla sola scienza. La clonazione di un fegato guarisce un malato di cancro. Ma, se il tumore fosse al cervello, la sostituzione di un organo con un altro Leggi tutto…

Da Rossano l’appello di Lorenzo Del Boca, Carlo Parisi, Giuseppe Soluri e don Maffeis

“Un giornalismo di verità, non di menzogne”

Don Ivan Maffeis, Anna Russo, Carlo Parisi, Lorenzo Del Boca e Giuseppe Soluri

ROSSANO (Cosenza) – “Riscoprire il valore della professione”, in cui il giornalista è “il custode delle notizie” e al cui centro “non ci sono la velocità nel darle e l’impatto sull’audience, ma le persone”. E, con le persone, i fatti, visto che“un numero crescente di notizie non si riferisce ad eventi, ma ad opinioni, a dichiarazioni, commenti, discorsi, narrazioni”.
È questo uno degli inviti lanciati da don Ivan Maffeis, direttore dell’Ufficio Leggi tutto…

Il Tribunale di Reggio Calabria: “Mansioni equivalenti per il giornalista Manfredi”

Il caporedattore non può essere demansionato

Il Tribunale di Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA – Il Tribunale del Lavoro di Reggio Calabria ha riconosciuto al giornalista Gianfranco Manfredi «il diritto ad essere adibito alle mansioni corrispondenti a quella formale di inquadramento di caporedattore” dell’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Calabria. Chiamato a pronunciarsi sul caso, il Giudice del lavoro di Reggio Calabria (con ​s​entenza n. 157/2018) Leggi tutto…

Venerdì 9: Santa Messa, poi l’incontro con Del Boca, don Maffeis, Parisi, mons. Satriano e Soluri. 6 crediti formativi

Calabria: la stampa cattolica si ritrova a Rossano

Da sinistra in alto: Lorenzo Del Boca, Carlo Parisi, Giuseppe Soluri; in basso: don Ivan Maffeis, mons. Salvatore Nunnari, mons. Vincenzo Satriano

ROSSANO (Cosenza) – Sarà Rossano ad ospitare, venerdì prossimo, 9 febbraio, l’edizione 2018 della “Giornata regionale dei giornalisti cattolici della Calabria” organizzata, ancora una volta, dalla Sezione “Natuzza Evolo” dell’Ucsi Calabria, in collaborazione con l’Ordine e il Sindacato Giornalisti della Calabria e, quest’anno, Leggi tutto…

Un incontro sui giornalisti e il loro rapporto con la storia. Ci sarà anche Carlo Parisi

Lorenzo Del Boca domani al Festival di San Fili

Lorenzo Del Boca e il suo compagno di marcia Angelo Moia arrivano in Piazza San Pietro a Roma accolti da Carlo Parisi, direttore di Giornalisti Italia: il racconto del pellegrinaggio nel libro “Sulla via Francigena”

SAN FILI (Cosenza) – Appuntamento con la storia, domani, giovedì 8 febbraio, al Teatro Gambaro di San Fili, nell’ambito delle “Notti delle Magare – Festival della cultura popolare”, che alle ore 18 ospiterà l’incontro letterario con il giornalista, saggista e scrittore Lorenzo Del Boca, già presidente Leggi tutto…

Lo storico e saggista protagonista di un incontro l’8 febbraio. Con lui Carlo Parisi (Fnsi)

Lorenzo Del Boca al Festival di San Fili

Lorenzo Del Boca e il suo compagno di marcia lungo la Via Francigena Angelo Moia arrivano in Piazza San Pietro a Roma: ad accoglierli c’è Carlo Parisi, direttore di Giornalisti Italia

SAN FILI (Cosenza) – Ritornano le “Notti delle Magare – Festival della cultura popolare” San Fili e ritornano con la musica di Eugenio Bennato. Una settimana ricca di dibattiti sul territorio e sulla enogastronomia, incontri letterari, laboratori di scrittura creativa, disegno, video (tutti e tre gratuiti) e spettacoli che si terranno in tutto il paese, a pochi chilometri da Cosenza, e che vede come luoghi chiave il Teatro Gambaro, la Biblioteca comunale ed il centro storico.
Si parte martedì 6 con la conferenza stampa che si terrà presso Leggi tutto…