Anno XII numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia affidano la raccolta pubblicitaria alla Speed

Le testate della Ses nel portafoglio di Riffeser

MESSINA – Nuova concessionaria per la raccolta pubblicitaria delle testate cartacee e digitali della Ses, la Società Editrice Sud proprietaria delle testate Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia, delle emittenti televisive Rtp e Tgs e di quelle radiofoniche Radio Antenna dello Stretto e Rgs diffuse in Calabria e Sicilia. Non saranno gestite più in proprio, ovvero dalla Gds Media, ma dalla Speed, la concessionaria della pubblicità del Gruppo Monrif.

Sara Riffeser Monti

Lino Morgante

«Una partnership – osserva Sara Riffeser Monti, presidente della Speed – che pone le basi per un percorso di ulteriore valorizzazione delle testate di Ses e per un ampliamento del raggio di azione di Speed, che potrà così coprire le regioni del Sud, che si integreranno al meglio con le aree già presidiate dalle testate captive del gruppo, Qn Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno».
Con l’acquisizione del gruppo siciliano la Speed «allarga il proprio portafoglio in maniera importante a emittenti televisive e radiofoniche locali, per diventare punto di riferimento anche per altri interlocutori, che nel concetto di network vogliono trovare la soluzione per aumentare il proprio peso nelle pianificazione dei centri media».
Dal canto suo, il presidente e direttore editoriale della Ses, Lino Morgante, sostiene che «l’alleanza è nata da una visione comune dei problemi e delle prospettive dell’editoria. Abbiamo messo a disposizione della Speed l’esperienza maturata nella raccolta pubblicitaria in Sicilia e Calabria. Anche nell’ambito del settore radiotelevisivo. Siamo convinti che questo accordo strategico porterà buoni frutti per entrambi i gruppi.
La nostra Gds Media continuerà a operare fino a garantire il totale passaggio del testimone».  «L’idea di collaborare con la Ses – sottolinea Sara Riffeser Monti – è nata quasi per caso, durante un incontro con Morgante, parlando di significative storie personali aziendali del passato, legate anche alla profonda amicizia tra gli editori Attilio Monti e Umberto Bonino. Un momento importante di condivisione strategica sul settore editoriale e pubblicitario.
Il passo verso una collaborazione operativa è stato breve, ma estremamente condiviso e pianificato. Questo per le nostre realtà deve essere un rilevante momento di “ripartenza”. Siamo onorati di aggiungere al nostro portafoglio testate così autorevoli e radicate nei territori di diffusione del Sud Italia. Siamo convinti come concessionaria di poter mettere al servizio di Ses una profonda conoscenza delle dinamiche del mercato locale e strutture professionali flessibili nella gestione della rete di vendita». (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi.