Anno XII numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Il Tribunale di Palermo ha accolto il ricorso sul provvedimento che ha colpito anche la quasi totalità dei giornalisti pensionati Inpgi

Pensioni: incostituzionale il blocco della perequazione

Pierluigi Franz

Giorgio Ambrogioni

ROMA – Il Tribunale di Palermo, in accoglimento del ricorso della Federmanager, ha ritenuto incostituzionale il blocco della perequazione automatica delle pensioni, decisa dal governo Monti per il biennio 2012-2013, che ha colpito anche la quasi totalità dei giornalisti pensionati Inpgi. La sentenza della Consulta si conoscerà entro giugno prossimo.
Lo rende noto il presidente del Gruppo Romano Giornalisti Pensionati, Pierluigi Roesler Franz, sindaco revisore dell’Inpgi, evidenziando che il Tribunale di Palermo, con ordinanza del 6 novembre 2013 della Sezione Lavoro, ha dichiarato non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale del blocco della perequazione automatica delle pensioni superiori a tre volte il minimo Inps per il biennio 2012/2013, previsto dal comma 25, dell’art. 24, D.L. 201/2011, convertito in Legge n. 214/2011, ordinando la immediata trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale.
Il presidente Federmanager, Federazione Nazionale Dirigenti Aziende Industriali, Giorgio Ambrogioni, sottolinea, infatti, che il Tribunale di Palermo ha, quindi, “condiviso i gravi sospetti di incostituzionalità che, in relazione agli 3, 36 e 38 della Costituzione, avevamo individuato e posto a base del ricorso, depositato lo scorso 27 giugno 2013, per garantire l’adeguamento dei trattamenti pensionistici alle variazioni del costo della vita, sospendendo il giudizio in corso e rinviando alla Corte Costituzionale la valutazione in merito alla incostituzionalità del provvedimento in esame”.
In attesa del pronunciamento della Consulta, Ambrogioni segnala, peraltro, che “nei primi mesi del prossimo anno sono fissate anche le udienze per le altre iniziative giudiziarie «pilota» promosse sulla medesima questione presso i Tribunali di Avellino, Terni, Vicenza e Modena”.
“Si tratta – conclude Ambrogioni – di un primo rilevante risultato dell’azione promossa da Federmanager, in collaborazione con Manageritalia, per difendere il potere di acquisto dei nostri pensionati”. Federmanager continua, quindi, “ incessantemente l’azione nei confronti delle istituzioni e della politica per evitare l’annunciato ulteriore blocco della perequazione automatica per l’anno 2014”. L’ordinanza del Tribunale di Palermo

I commenti sono chiusi.