Anno XII numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

La Capitale della Cultura premia il magistrato in prima linea contro la criminalità mafiosa

Pesaro incorona Nicola Gratteri “Faro antimafia”

Nicola Gratteri premiato oggi a Pesaro

PESARO (Pesaro-Urbino) – L’ennesima festa importante per il procuratore Nicola Gratteri, l’ennesimo riconoscimento di prestigio per il suo ruolo e per il suo impegno contro il mondo organizzato del crimine, l’ennesimo bagno di affetto corale e popolare per un magistrato che ha segnato profondamente la storia della giustizia italiana.

Il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, Nicola Gratteri, ha ricevuto questa mattina, a Pesaro, il Premio Antiracket – Targa della Solidarietà di “50 &Più”, l’Associazione degli Over 50 di Confcommercio Pesaro e Urbino, con una motivazione che lo vede “Faro dell’antimafia” in Italia e in Europa, magistrato di altissimo profilo istituzionale in ogni parte del mondo dove si parla del sistema giudiziario italiano, e soprattutto “uomo di una semplicità così disarmante” da immaginarlo più “missionario che giudice”, e più “sacerdote che magistrato inquirente”.
Nella motivazione ufficiale che Pesaro, Capitale della Cultura 2024, gli ha assegnato oggi si legge testualmente: «A Nicola Gratteri, – nominato dal plenum del Consiglio Superiore della Magistratura, e dal 21 aprile 2016 Procuratore della Repubblica di Catanzaro. Da sempre in prima linea contro la ’Ndrangheta e la criminalità mafiosa, vive sotto scorta dal 1989.
Tantissime le inchieste condotte da Gratteri che hanno colpito i rapporti tra ‘Ndrangheta, mafia siciliana, i cartelli della droga messicani e colombiani ed il traffico di stupefacenti tra Calabria, Sudamerica e Usa». Gli chiedono di prendere la parola e il magistrato calabrese è un fiume in piena, ma nessuno meglio di lui in Italia e in Europa oggi è in grado di spiegare meglio la ’Ndrangheta e i tentacoli della Mafia sul tessuto economico internazionale.

L’intervento di Nicola Gratteri oggi a Pesaro

Nessuno meglio di lui conosce le pieghe più intime delle grandi organizzazioni criminali che oggi governano le relazioni economiche dei grandi paesi stranieri, e nessuno meglio di lui è in grado soprattutto di immaginare un sistema di protezione per il Paese da parte di queste lobby così agguerrite.
Non a caso in queste settimane al Consiglio Superiore della Magistratura si discute proprio di quale potrebbe essere il futuro di questo magistrato così determinato e preparato, che ha presentato domanda formale per la guida della Direzione Nazionale Antimafia, la struttura operativa che oggi è guidata dal procuratore Federico Cafiero De Raho e che da domani potrebbe essere affidata allo stesso Nicola Gratteri.
Non mancano anche qui dei concorrenti, ma il curriculum che vanta oggi il magistrato calabrese è tale da offuscare qualunque altra possibile candidatura di parte.
È ancora presto, comunque, per capire cosa succederà nelle prossime settimane.
«Nicola Gratteri – dichiara Alberto Dolci, presidente di “50&Più – Confcommercio Pesaro Urbino” – è un protagonista assoluto della lotta alla criminalità organizzata nel nostro Paese. Uno strenuo difensore della legalità e delle Istituzioni. Per questo, abbiamo deciso di conferirgli il prestigioso riconoscimento del Premio Antiracket che giunge alla 19ª edizione. La consegna del Premio era già stata calendarizzata nel 2021, poi a causa della pandemia la manifestazione è stata rinviata. Ora siamo veramente onorati di poter ospitare il Procuratore nella Città di Pesaro».
Il Premio Antiracket-Targa della Solidarietà, ideato da 50&Più di Pesaro Urbino, è stato consegnato, ricordiamo, nel corso degli anni ad illustri rappresentanti delle Istituzioni impegnati nella difesa della legalità: Ferdinando Imposimato, Pietro Grasso, Giancarlo Caselli, Franco Roberti, Raffaello Magi.
Ma anche ad imprenditori che hanno subìto l’aggressione della criminalità o a giornalisti.
Dietro questo prestigioso riconoscimento al procuratore Gratteri c’è la storia importante di Confcommercio Pesaro e Urbino, organizzazione sindacale più rappresentativa delle imprese del terziario e nata nel lontano 1945. La sua attività si concretizza oggi nella tutela degli interessi di oltre 5.000 piccole e medie imprese iscritte, attività di consulenza e di assistenza nei diversi settori che interessano gli imprenditori contribuendo alla crescita e allo sviluppo degli associati.

Nicola Gratteri con i dirigenti di “50&Più – Confcommercio Pesaro Urbino”

Gran parte delle imprese del Commercio, del Turismo e dei Servizi della provincia di Pesaro e Urbino si riconoscono nella Confcommercio che oggi ha deciso di tributare gli onori al magistrato calabrese. La cosa forse più commovente che si coglie dall’intervento del procuratore Gratteri è il suo legame profondo con la Calabria, che è la sua terra di origine, l’ammirazione che dichiara per la Procura che dirige e per i giovani magistrati che lavorano con lui, e soprattutto per il grande rispetto che Gratteri riserva alla democrazia e allo stato di diritto. Per Pesaro è stata una giornata molto speciale, e per certi versi anche indimenticabile. (giornalistitalia.it)

Pino Nano

Pesaro, la Palla di Pomodoro sul Lungomare

Pesaro, Città Creativa Unesco della Musica e Capitale italiana della Cultura 2024

I commenti sono chiusi.