Anno XII numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Il Consiglio di amministrazione presieduto da Andrea Camporese ha approvato il bando mutui 2013

Inpgi: stanziati 12 milioni di euro per i mutui ipotecari

ROMA – Approvato dal Consiglio di amministrazione dell’Inpgi, presieduto da Andrea Camporese, il bando di concorso mutui 2013, con uno stanziamento di 12 milioni di euro finalizzati alla concessione di mutui ipotecari ai giornalisti iscritti all’Inpgi principale.
L’importo mutuato potrà essere ammortizzato, a scelta del mutuatario, in 10, 15, 20 o 25 anni mediante annualità posticipate pagabili in rate mensili.
L’Istituto, diversamente agli anni precedenti, ha previsto l’applicazione di una serie di condizioni vincolanti tra loro quali:
– la ripartizione trimestrale del budget (3 milioni di euro) prevedendo che la quota eccedente non utilizzata possa essere impiegata nel trimestre successivo;
– la ripartizione per tipologia di mutuo: 80% prima casa; 10% seconda casa; 5% portabilità; 5% dipendenti Inpgi, escludendo la concessione di mutui per liquidità e quella in favore di cooperative, salvo possibilità di compensazione tra le diverse tipologie nel trimestre di riferimento se ci fossero disponibilità;
– le richieste andranno presentate entro il giorno 15 del mese precedente al trimestre di riferimento (dicembre, marzo, giugno e settembre), non saranno vincolanti ma  avranno solo la funzione di impegnare la somma richiesta sulla disponibilità dei fondi;
– la redazione di una eventuale graduatoria di arrivo nei casi di indisponibilità di fondi nel trimestre, da predisporre da parte degli uffici, gli ultimi 15/16 giorni del mese, prima del trimestre di riferimento (16-31 dicembre; 16-31 marzo; 16-30 giugno; 16-30 settembre);
– la comunicazione sull’esito, rispetto all’importo richiesto, entro l’inizio del trimestre, delle disponibilità o meno di budget con provvedimento di concessione o diniego;
– nei casi di diniego per indisponibilità fondi, passaggio automatico al trimestre successivo;
E’ stato inoltre previsto che, per tutte le tipologie di mutuo con i rispettivi massimali indicati, la rata di ammortamento mensile non potrà essere superiore ad un terzo del reddito netto annuo mensilizzato – decurtato  di eventuali cessioni del quinto, prestiti personali a favore di banche, finanziarie o eventuali altri soggetti ivi compreso l’Istituto – risultante dall’ultima busta paga e/o dall’ultima dichiarazione dei redditi.
E’ stata prevista una nuova forma di ancoraggio che tenga conto sia dell’andamento dei tassi di mercato (Eurirs) sia dell’andamento degli spread applicati dal sistema bancario.
Tale meccanismo, a differenza di quello attualmente in vigore, consente una più semplice definizione del livello adottato per le differenti scadenze e una migliore corrispondenza dei tassi applicati dall’Istituto con l’andamento reale del mercato dei mutui in Italia.
In base a tale sistema, lo sconto dei mutui offerti dall’Inpgi rispetto al mercato varia al variare dello spread (tre intervalli), favorendo principalmente l’acquisto/ristrutturazione della prima casa, successivamente la seconda casa, mantenendo neutrale la portabilità rispetto alla media del mercato.
“Si tratta di una serie di novità molto importanti – afferma il presidente Andrea Camporese – con le quali l’Inpgi risponde alla sempre maggiore richiesta da parte degli Iscritti.
Gli Uffici hanno elaborato questo nuovo sistema di accesso al credito sulla base dell’esperienza dell’anno che stiamo per lasciarci alle spalle. Basti pensare che nel 2012 si è passati da un iniziale stanziamento di 12,5 milioni di euro a 22,5 milioni per poter soddisfare la richiesta. Richiesta che nasce dalla crisi globale del sistema bancario che si avvia verso una sempre maggior difficoltà di apertura al credito, nei confronti della quale l’Inpgi non può restare indifferente pur mettendo in campo tutte le cautele per la tutela del proprio patrimonio”.
Tutti coloro che sono  interessati a richiedere un mutuo potranno inviare le domande (a mezzo raccomandata) al seguente indirizzo: Inpgi – Ufficio Mutui, Piazza Apollodoro n. 1, 00198 Roma, oppure consegnarle a mano – previo rilascio della ricevuta – direttamente presso l’Ufficio mutui in Piazza Apollodoro n. 1 a Roma ed infine presso gli Uffici di corrispondenza regionali.
Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.inpgi.it oppure rivolgendosi agli Uffici di corrispondenza regionali o all’Ufficio mutui della sede dell’Inpgi di Roma, tel. 06/8578277-287-377.
In Calabria, i colleghi iscritti all’Istituto di Previdenza dei Giornalisti Italiani possono rivolgersi, per ulteriori informazioni e chiarimenti o per essere supportati nell’accensione di un mutuo-casa, direttamente al fiduciario dell’Inpgi, Carlo Parisi, contattandolo presso il Sindacato dei Giornalisti, che è anche la sede dell’Ufficio regionale di corrispondenza dell’Inpgi (via Biagio Camagna, 28, Reggio Calabria; tel. 0965-810980; e-mail: inpgi@giornalisticalabria.it oppure: sindacato@giornalisticalabria.it).

I commenti sono chiusi.