Anno VIII numero

Modulistica e Informazioni

Modulistica

Giornalisti in classe

Scarica Random in versione PDF


Il limite del diritto di cronaca

di Rachele Catalano

I ragazzi di Random al Sindacato dei Giornalisti della Calabria

L’ordine di comparsa è sempre lo stesso: una serie apparentemente confusa di luoghi, persone, oggetti e foto che ritraggono la vittima scivolano sullo schermo legate dal sottile filo di malinconia tessuto sulle candide note di Yann Tiersen, il quale componendo la sua celebre “Comptine d’un autre été”, ormai familiare alle nostre orecchie, non avrebbe mai pensato di dare un contributo ad un business così macabro e grottesco. Poiché è da definirsi per lo meno grottesca questa esibizione di atrocità quando affiancata alle più ridicole notizie di cronaca rosa che ci vengono propinate quotidianamente e di cui le viscere intellettuali di molti spettatori si nutrono, se di intelletto si puo ancora parlare.Poi d’un tratto il programma cambia registro, dando ancora una volta spazio ai volti dei carnefici mentre in sottofondo ascoltiamo l’eco di una sinfonia, degna colonna sonora del miglior film di Dario Argento. In principio fuit Alfredino Rampi e la televisione uscì da un pozzo, con una diretta  di 18 ore non stop a reti RAI unificate: un caso di risonanza sconvolgente all’epoca, non solo per la svolta tragica degli eventi, ma poiché per la prima volta nella storia del giornalismo italiano gli spettatori erano entrati inconsapevolmente in scena in un Italia sulla soglia

Leggi tutto…


Il Vinci tra le scuole d’eccellenza in Calabria

di Ylenia Musolino

il Direttore Generale dell'USR Francesco mercurio

“Il Liceo Scientifico Leonardo da Vinci rappresenta una delle Eccellenze calabresi nel settore scolastico”: è quanto ha dichiarato il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, dott. Francesco Mercurio, nel corso dell’incontro svoltosi presso l’aula magna del nostro Istituto alla presenza del Dirigente Giuseppina Princi. Tema della conferenza, alla quale erano presenti anche il Coordinatore dell’Articolazione Provinciale Vincenzo Geria, il Sindaco della città Giuseppe Raffa e l’assessore provinciale all’Istruzione Ercole Nucera, l’ufficializzazione degli importanti obiettivi raggiunti negli ultimi anni dal Sistema Formativo Calabrese. L’incontro è stato coordinato dal giornalista Luigi Caminiti, docente del nostro liceo e responsabile del coordinamento delle attività progettuali. In apertura dei lavori il dirigente scolastico Giuseppina Princi ha ricordato gli straordinari risultati ottenuti dal Liceo come ad esempio il successo nelle Olimpiadi nazionali di Astronomia che vanno ad aggiungersi alle medaglie conquistate in questi anni nelle competizioni nazionali di Filosofia, in quelle di Fisica, Chimica e i numerosissimi riconoscimenti ottenuti nei premi nazionali.

Leggi tutto…


Storie di un magistrato: Gratteri si racconta

di Rachele Catalano

Il magistrato Nicola Gratteri

“Studiavo per dodici ore al giorno, sette giorni a settimana”, così ricorda Gratteri la sua esperienza da universitario, ma il suo è più di un ricordo rimasto intatto attraverso gli oceani del tempo: è un invito verso una generazione che, a suo modesto parere, ha perso qualsiasi spirito di sacrificio. Come potremmo fare, dunque, per recuperarlo dal mucchio di cose polverose che abbiamo abbandonato in soffitta? Lo sentiamo parlare in modo vivace, mentre con leggeri movimenti si dondola sulla sedia su cui poggia in maniera cosi tanto carismatica da poter rimpiazzare quei centimetri mancanti, dei quali si prende gioco di continuo. “Più book e meno face” è il consiglio che il magistrato dà a noi giovani della redazione del Random. E noi lo ascoltiamo con vivo interesse nel suo studio, dove ci siamo addentrati con sincera curiosità, affascinati dall’incontro fortuitamente accaduto presso l’entrata della procura della nostra città, dove ci eravamo recati per una visita alle aule del tribunale.

Leggi tutto…


Rosarno e l’immigrazione in Calabria: parla il Prefetto di Reggio Calabria.

Varatta: “Tocca agli enti locali”

di Ylenia Musolino

Il prefetto Luigi Varratta

Immigrazione, lavoro regolarizzato, sicurezza e integrazione. Argomenti che dividono l’opinione pubblica. Il nostro Paese vive un momento difficile, se pensiamo ai continui sbarchi sulle coste siciliane ma anche la nostra regione ha attraversato momenti delicati, specie dopo quanto successo a Rosarno. Presso l’Ufficio Territoriale del Governo abbiamo incontrato il prefetto di Reggio Calabria Luigi Varratta che si è soffermato sui principali problemi di questo fenomeno e sulle possibili soluzioni. Il dott. Varratta ci ha spiegato a chi tocca l’arduo compito dell’integrazione degli immigrati, come la Prefettura si stia muovendo in tal senso e ha parlato di tutto ciò che riguarda le attrezzature presenti sul territorio. Un altro importante argomento che ha fatto da sfondo alla nostra intervista, inoltre, è stato quello delle cause dei maggiori problemi che si verificano nella provincia reggina per via di questo fenomeno.

Leggi tutto…


Incontro al palazzo della Regione tra i ragazzi di Random e l’assessore Regionale alla Cultura

Caligiuri e il futuro della Calabria

di Monica Mariani, Erminia Foti e Erika Penato

Assessore regionale alla cultura Mario Caligiuri

Lunedì 11 Aprile nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro abbiamo incontrato l’Assessore regionale alla cultura Mario Caligiuri, presso il Palazzo della Regione di Reggio Calabria, nella sala Giuditta Levato. L’occasione è giunta all’improvviso e non ce la siamo fatta scappare. La formula dell’incontro è stata di simulare una vera e propria Conferenza Stampa, noi nella parte dei giornalisti e l’assessore dell’intervistato. Erano insieme a noi la nostra Dirigente Scolastica, Giuseppina Princi, Il nostro docente responsabile di progetto, il prof. Luigi Caminiti, il Segretario della FNSI sez calabrese, Carlo Parisi, l’editore di Reggio TV, Eduardo Lamberti-Castronuovo. Questi ultimi rappresentavano due delle tre aziende partner che hanno partecipato allo sviluppo del progetto e che ci hanno seguito nel nostro percorso formativo. Dopo una breve presentazione del progetto da parte della Dirigente Scolastica, un intervento di Parisi e di Lamberti Castronuovo, abbiamo cominciato a incalzare il nostro interlocutore.

Leggi tutto…


Giovani di ieri, oggi e domani

di Margherita Castiglione

Mia madre nasceva nel 1965. In quell’anno un operaio guadagnava 86.000 lire, il giornale ed una corsa in tram costavano 50 lire , una fiat 600 soltanto 640.000 lire. La musica veniva urlata al Piper simbolo del movimento Beat, un nuovissimo locale di tendenza dove Patty Pravo cantava Ragazzo triste. Il papa Paolo VI si presentava all’Onu , davanti ai potenti della terra , e chiedeva in un accorato appello: basta con le guerre. Mentre in Vietnam morivano con le bombe al napam 2.000.000 di innocenti. Nell’anno di Martin Luther King e Che Guevara. Mia madre nasceva e mia zia portava le treccine, ascoltando dischi di vinile che costavano 1.800 lire ballando sulle note di Jimi Hendrix e Rolling Stones.

Leggi tutto…


Il labirinto

di Claudia Giorno

Abbiamo intrapreso questo progetto perché abbiamo scelto di farlo, e come tutte le cose che dipendono dalla nostra volontà, queste non vengono a noia. Probabilmente la maggior parte di noi non saranno giornalisti né lo vorranno diventare in un futuro prossimo; abbiamo toccato con mano l’essenza del mestiere e ci siamo resi conto di cosa ciò comporti sia in campo lavorativo che in quello personale. E, di certo, alla fine di questo stage posso affermare con assoluta convinzione che ho escluso questa professione dai miei obiettivi concernenti l’avvenire! Difatti, quello del giornalista è sicuramente un compito che va intrapreso con dedizione e attenzione: interpretare la realtà, saper cogliere il momento giusto di un quotidiano avvenimento e renderlo notizia, propagarlo, diffonderlo, ed infine, farlo proprio.

Leggi tutto…


Le violenze del Web

Di Giuseppe Ielo e Monica Mariani

Internet fa sentire ormai la sua influenza in molti campi della vita degli individui, sia negli aspetti privati che in quelli sociali. Il web influisce sui comportamenti delle persone, facendo in modo che esse mettano in atto nuove strategie di relazione con gli altri. Gli atteggiamenti dei fruitori della rete quindi non sarebbero del tutto privi di condizionamento da parte del web che, secondo uno studio portato avanti da un gruppo di ricercatori della Kaohsiung Medical University, sarebbe in grado di spingerli ad assumere comportamenti violenti. I ricercatori hanno preso in considerazione 9405 adolescenti, i quali hanno dovuto rispondere a dei questionari riguardanti le attività che essi svolgono on line e al di fuori dal web. I risultati emersi testimonierebbero che esiste un 25 % di ragazzi e un 13 % di ragazze estremamente dipendenti da internet.

Leggi tutto…


Il sesso, questo sconosciuto

di Bruno Paviglianiti

I giovani d’oggi e la sessualità: un rapporto instabile creato dalla poca conoscenza. Come è noto, l’adolescenza inizia con la pubertà, ovvero con il completamento dello sviluppo sessuale dal punto di vista riproduttivo e dura fino al completo sviluppo fisico che coincide con l’età adulta. Negli ultimi 100 anni il momento della pubertà si è molto anticipato e la tendenza sembra continuare. L’adolescenza è anche il periodo in cui i giovani acquisiscono la completa maturità sessuale passando dalla semplice capacità procreativa alla piena consapevolezza della propria sessualità. Questo passaggio è profondamente influenzato dal contesto culturale e sociale in cui essi vivono. Il giovane, passando dal controllo parentale all’adattamento sociale, deve costruirsi i propri modelli di comportamento, anche sessuale, mediando tra i modelli trasmessi dai genitori e quelli del contesto sociale in cui si trova a vivere. L’impulso sessuale si manifesta in modo diverso nei ragazzi e nelle ragazze.

Leggi tutto…


Giovani e bisogno di ascolto

di Chiara Cucinotta, Santo Sgrò e Ilenia Barillà

La nostra società è avvolta da una rete telematica che semplifica il passaggio di informazioni non solo tra i grandi enti ma, entrando nel quotidiano, anche tra i singoli individui. Ciò dovrebbe contribuire a facilitare il dialogo tra la gente, ma ad emergere è soprattutto la solitudine. Un sottile disagio che caratterizza, soprattutto, la relazione tra giovani ed adulti. Tanti ragazzi, infatti, comunicano con facilità con i loro coetanei ma, allo stesso tempo, trovano grandi difficoltà nel rapportarsi con gli adulti. Anche le precedenti generazioni hanno avvertito la stessa difficoltà nel momento in cui si sono trovate a confrontarsi con un mondo di adulti che, presto, sarebbe divenuto anche loro. Fino ad alcuni anni addietro, però, questo bisogno era ostacolato dall’assenza quasi completa di disponibilità, da una chiusura ermetica che precludeva, spesso, ogni dialogo.

Leggi tutto…


Reggio porta del Mediterraneo

di Stefania Mafrica

Prof. Carlo Morabito

Il cablaggio dell’area dello stretto,conosciuto anche come “Ponte digitale dello stretto” è un progetto nato in accordo con aziende e istituzioni. Il cablaggio è un impianto che rende possibile la trasmissione di dati. Per la realizzazione sono stati usati cavi in fibra ottica,strutture wireless e non wired.Questo scambio di dati che coprirebbe vaste zone,da Tropea a Locri,da Reggio (compreso l’Aspromonte) a Messina (con le isole Eolie),sarebbe funzionale per rendere disponibili più servizi ai cittadini : info-mobilità,servizi a portata di cellulare,informazioni di tipo turistico,dati utili anche ai pendolari. Il progetto è partito nel 2004-2005 grazie anche all’approvazione degli allora sindaci di Reggio e Messina,in accordo per innovare l’area dello stretto , con il finanziamento ricevuto dal consiglio dei ministri. Il progetto si è attualmente concluso solo per una sezione. Si è collaborato,per la rete di cablaggio,con aziende a livello internazionale (O-bay ed E-learning).

Leggi tutto…


La Dirigente Scolastica Princi: “Non accettare mai nessun compromesso, rimanere liberi. Sempre.”

Uno sguardo verso il futuro

di Redazione Random

La DS Giuseppina Princi

Non si poteva che concludere così la nostra esperienza da giornalisti in erba, con una intervista alla nostra Dirigente Scolastica, Giuseppina Princi, arrivata in questo nostro Liceo a settembre con una ventata di freschezza e di entusiasmo per la nostra scuola. Ha scommesso sull’implementazione delle nostre competenze e questo progetto, così come tante altre iniziative di quest’anno scolastico,  lo ha voluto e sostenuto sin dall’inizio.

Perché un progetto sulla legalità e sull’informazione, preside? Che valore ha nell’economia di una scuola che guarda al futuro?

In un mondo sempre più complesso, sempre più interdipendente l’importanza dell’informazione diventa strategica, in particolare per chi sta “apprendendo la vita nel mondo”: i giovani.

Leggi tutto…


Scarica Random in versione PDF