Anno IX numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Dal 9 al 17 a Cosenza con media partner Giornalisti Italia e Sindacato dei giornalisti

Ai nastri “La Primavera del Cinema Italiano”

COSENZA – Il regista Emanuele Crialese sarà lo special guest del gran gala finale della IX edizione de “La Primavera del Cinema Italiano”, presentato ieri a Cosenza. Il maestro di pellicole come “Respiro”, “Nuovomondo” e “Terraferma” sarà tra i protagonisti del festival. Ospite della serata finale insieme al regista Gabriele Mainetti del pluripremiato “Lo chiamavano Jeeg Robot” e del maestro della commedia Giovanni Veronesi assieme alla telantuosa Margherita Buy.
Un incontro, quello di ieri nella sede di Confindustria, per illustrare, nel dettaglio, il fitto programma di appuntamenti della kermesse. Un evento che vanta come media partner “Giornalisti Italia” e il Sindacato Giornalisti della Calabria. Un festival che non dimentica la solidarietà: l’intero incasso del biglietto, venduto al costo simbolico di 1 euro, sarà infatti devoluto in beneficenza.
A relazionare: Giuseppe Citrigno, presidente dell’Associazione culturale Le Pleiadi; Alessandro Russo, direttore artistico del festival; Salvatore Branda, direttore di Confindustria Cosenza, e l’assessore al comune di Cosenza, Francesco Caruso.
“Le novità dell’edizione 2016 – promettono Citrigno e Russo – non si fermano qui! Sorprese che prevediamo graditissime al pubblico”. “Al traguardo della IX edizione – sottolinea Citrigno – ricordo che, in questi anni, la città ci ha seguito e premiato. Abbiamo creato preziose sinergie sul territorio. Un festival che tenta di portare a Cosenza il meglio del cinema italiano e le nuove tendenze del settore. In programma, anche un momento di riflessione sul futuro del settore cinematografico in Italia e le opportunità che offre la nuova legge del cinema”.

La conferenza stampa di presentazione, ieri nella sede di Confindustria Cosenza

“Sarà un’edizione dal taglio nettamente autoriale”, gli fa eco Russo annunciando un workshop su come realizzare un film, condotto dal promettente regista Fabio Mollo. “Rifletteremo – aggiunge il direttore artistico – sulla nuova legge del cinema e avremo un’anteprima nazionale con l’ultima fatica di Patierno. E poi, la nostra consueta mostra questa volta dedicata a Gianna Maria Canale e una conversazione sul cinema imperdibile! Con il regista Emanuele Crialese. Non dimentichiamo il glamour con la presenza di Miss Italia 2016 Rachele Risaliti e la selezione di Miss La Primavera del cinema italiano”.
Sabato 17 dicembre sul palco del Supercinema Modernissimo di Cosenza, alle ore 20.30, la cerimonia di consegna del Premio Federico II. Sarà, invece, la diva Donatella Finocchiaro ad aprire “La Primavera del Cinema Italiano”. L’attrice, volto noto di pellicole come “Terraferma” e “Manuale d’amore 3”, sarà ospite della seconda serata del festival, sabato 10 dicembre, e alle ore 19.30 incontrerà il pubblico di Cosenza in una passeggiata lungo il Mab. Alle ore 20, sul palco del Supercinema Modernissimo, incontrerà il pubblico assieme al regista Mimmo Calopresti e Max Casacci from Subsonica. A seguire, alle ore 23, l’Evento/Frequenze, Dj Set in via Adige con Max Casacci from Subsonica.

La sala di Confindustria in occasione della Primavera del Cinema Italiano

In scaletta, da venerdì 9 dicembre, una lunga maratona di proiezioni di film e incontri con i protagonisti del nuovo cinema italiano. Dal 9 al 17 dicembre, attori e registi di fama nazionale e internazionale popoleranno le nove giornate, tra proiezioni di film, incontri-dibattiti, mostre, concerti ed eventi glamour. Una full immersion nelle nuove tendenze del grande schermo. Cosenza sarà lo scenario di una kermesse che si distingue per la sua originalità nel panorama nazionale: un festival con su due comode scarpe da tennis! L’inconfondibile logo che lancia un evento fuori dagli schemi e che promuove i nuovi talenti del cinema italiano, questa volta sotto il sole del Sud. Ad ideare la manifestazione l’Associazione culturale “Le Pleiadi”, il suo presidente, Giuseppe Citrigno e il direttore artistico, Alessandro Russo. Le sei pellicole in concorso, proiettate al SuperCinema Modernissimo e al Cinema San Nicola, sono tra le novità più interessanti del panorama nazionale. “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi; “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti; “Un Paese quasi perfetto” di Massimo Gaudioso; “Perfetti Sconosciuti” di Paolo Genovese, “Veloce come il vento” di Matteo Rovere, “Gli ultimi saranno gli ultimi” di Massimiliano Bruno. Tutti potranno vedere i film in concorso nelle sale, durante le nove giornate del festival, al prezzo simbolico di un euro. A giudicare le pellicole e a decretare il vincitore dell’edizione 2016, anche quest’anno sarà il pubblico in sala, compilando apposite schede di gradimento. La kermesse prevede, inoltre, la proiezione di altri film fuori concorso: “Romeo e Giulietta” di Carlo Carlei, “Ridendo e Scherzando” di Paolo e Silvia Scola, “Uno per tutti” di Mimmo Calopresti, “Terraferma” di Emanuele Crialese, “Il piccolo principe” di Mark Osborne, “Nessuno mi troverà. Ettore Majorana” di Egidio Eronico, “Naples ’44” di Francesco Patierno, “Dino Risi Forever” di Fabrizio Corallo, “Italian Gangster” di Renato De Maria, “Il mio film in Calabria-Shooting in Calabria” di Francesco Gallo, “Bomb! Burning Fantasy” di Matteo Scarfò, “L’Aspromonte” di G. Iannello e C. Fratto, “(Verso) Ametista” di Alessio Pasqua, “Mer rouge” di Alberto Gatto, “La Recherche” di Andrea Belcastro, “Alcide De Gasperi.

Il Miracolo Incompiuto” di Franco Mariotti, “Mouchette. Tutta la vita in una notte” di Robert Bresson, “Totò le Mokò” di Carlo Ludovico Bragaglia.
Martedì 13 dicembre, alle ore 10, l’incontro degli studenti della rassegna “La scuola a Cinema” con il regista e attore Pif di “In guerra per amore” e dell’amatissimo “La mafia uccide solo d’estate”. Un programma che prevede anche l’anteprima nazionale di “Naples ’44” per la regia di Francesco Patierno: domenica 11 dicembre la proiezione della pellicola. quindi l’incontro con il regista e con il montatore del film Fabio Nunziata. Giovedì 15 dicembre, alle ore 20, al Cinema San Nicola, in scaletta una conversazione sul fenomeno cinematografico “Anime Nere” con l’attore Fabrizio Ferracane.
Tornano anche le prestigiose mostre fotografiche ospitate dalla kermesse. Venerdì 16 dicembre, alle ore 17, negli spazi del Cinema Citrigno, sarà inaugurata la mostra fotografica “Gianna Maria Canale. Il fascino della bellezza” a cura di Michele Pingitore. A tagliare il nastro della mostra Donatella Butti, nipote di Gianna Maria Canale. Seguirà l’incontro con il critico cinematografico Marco Giusti e con Giovanni Scarfò della Cineteca della Calabria. Il tutto in collegamento con la trasmissione radiofonica “Hollywood Party” di Steve della Casa su RadioRai.
Spazio anche al glamour e al mondo della moda con l’evento promosso dall’agenzia Carlifashion. Lunedì 12 dicembre, alle ore 20, sul palco del Supercinema Modernissimo l’evento Miss La Primavera del Cinema Italiano. Madrina della serata Miss Italia 2016, Rachele Risaliti.
Spazio anche alla riflessione con il workshop del giovane regista Fabio Mollo “Come si realizza un film”, in programma domenica 11 dicembre. Esperti del settore si riuniranno, invece, venerdì 16 dicembre, alle ore 10.30, per riflettere su “La nuova legge del cinema: opportunità di sviluppo per l’industria italiana di settore”. Tra gli ospiti dell’incontro: Paolo Protti (presidente Media Salles) e Massimo Galimberti, componente della Commissione della Cinematografia.
La serata conclusiva del festival si svolgerà sul palco del Supercinema Modernissimo, sabato 17 dicembre, con il tradizionale red carpet e la passerella di star ospiti della cerimonia di consegna del Premio Federico II. Tra le special guest della serata: Margherita Buy, Giovanni Veronesi, Emanuele Crialese, Gabriele Mainetti, Stella Egitto. (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi.