Anno XI numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

La storia della Polizia tra ‘800 e ‘900 nel giornalismo satirico. E le Poste presentano il francobollo sulle Questure

Polizia in mostra a Reggio Calabria “In nome della legge”

Il francobollo "Questure d’Italia”

REGGIO CALABRIA – Domani, mercoledì 22 maggio, alle 11.30, nella filiale di Poste Italiane di Reggio Calabria, in via Miraglia, con la partecipazione del questore Guido Longo e del prefetto Vittorio Piscitelli, sarà presentato dalla direttrice di filiale Carolina Picciocchi il francobollo dedicato alle “Questure d’Italia”, emesso in occasione del 161° Anniversario della fondazione della Polizia di Stato.
Nel corso della manifestazione sarà anche inaugurata la Mostra documentale “In nome della Legge” – Tracce satiriche della polizia italiana tra Otto e Novecento, concessa dalla Questura di Reggio Calabria, che sarà illustrata dal suo curatore, Fabio Santilli.
La mostra, promossa dall’Ufficio Storico della Polizia di Stato, e realizzata in collaborazione con il Centro Studi Galantara, la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e la Biblioteca del Ministero dell’Interno, racconta la nascita e l’evoluzione storica della Polizia tra ‘800 e ‘900, attraverso l’interpretazione del giornalismo satirico e dell’illustrazione del tempo.
Matite acuminate di vignettisti e freddure di comici ripercorrono gli eventi storici in cui la Polizia è stata direttamente o indirettamente coinvolta, cogliendogli spunti più divertenti della percezione popolare dell’attività della Pubblica Sicurezza nella fase della sua nascita e del suo sviluppo.
Un’esposizione impreziosita anche dalle divise originali e dal corredo che, nelle varie epoche, faceva parte della dotazione del poliziotto.
Il visitatore potrà scoprire un insolito spaccato del nostro Paese, dal 1848 al fascismo, attraverso la figura del poliziotto e del suo agire in nome della legge, nei suoi rapporti con la società e le norme giuridiche del tempo. Per sorridere, ma anche per riflettere econoscere i modelli iconografici e gli stereotipi che hanno caratterizzato la raffigurazione di questo personaggio.
Un omaggio alla Polizia di Stato sarà offerto dall’Orchestra del Liceo Musicale di Cinquefrondi, diretto dal Preside Giovanni Laruffa.

I commenti sono chiusi.