Anno X numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

L’avvocato Luigi Giuliano Martino “per conto di un professionista” chiede di verificare “presunti profili di insider trading”

Esposto alla Procura sull’eccesso di rialzo del titolo Rcs

La Borsa di Milano

MILANO – E’ stato presentato in Procura a Milano un esposto nel quale si chiede alla magistratura di valutare se l’eccesso di rialzo del titolo Rcs in Borsa degli ultimi mesi possa essere legato a presunti profili di insider trading.
Lo ha reso noto l’avvocato Luigi Giuliano Martino, che ha presentato l’esposto “per conto di un professionista”, che al momento vuole mantenere l’anonimato. Nell’esposto, come ha spiegato il legale, “si evidenzia la situazione che tra il primo gennaio e il 5 settembre 2012 di fronte all’indice di Borsa che è cresciuto del 2,49% il titolo Rcs ha avuto un +272%”.
Nell’esposto depositato stamani in Procura, come ha chiarito il legale, si indica alla magistratura che “negli ultimi 3 mesi c’é stata una esplosione di volumi trattati con un +297% e che, secondo i nostri calcoli, il flottante Rcs è solo l’11%, mentre per la Consob dovrebbe essere del 25%”.
Nell’esposto, in particolare – ha spiegato l’avvocato – “chiediamo di accertare chi abbia comprato o venduto il titolo e se questi scambi siano stati concentrati su pochi intermediari finanziari e su quali e se sono stati concentrati su pochi, per conto di chi”.
Il legale ha precisato che il professionista che ha presentato l’esposto “non è un azionista e non ha interessi particolari sul titolo, ma vuole sottoporre un dubbio alla magistratura, invitandola a fare i suoi accertamenti e le sue valutazioni anche su eventuali profili di insider trading”.
Per questo, ha concluso il legale, “abbiamo messo a disposizione dei magistrati molto materiale, spiegando dove andare a prendere tutti i dati societari, e allegando in particolare quelli dell’ultima semestrale”. (Ansa)

I commenti sono chiusi.