Anno XI numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Il garante della Privacy: “Bisogna alzare il livello di guardia. Dopo l’11 settembre, una gigantesca sorveglianza globale”

Antonello Soro: “Attenti, la Rete vi spia”

Antonello Soro

ROMA – “Pensateci bene a riversare tutta la vostra vita nella Rete. Rendetevi conto che una vostra frase, un vostro giudizio, una vostra foto potranno essere usati domani contro di voi”.
L’avviso arriva dal presidente dell’Autorità di garanzia per la privacy, Antonello Soro, il quale parla del nuovo “datagate” in un’intervista al quotidiano “Avvenire”.
“E’ inquietante – afferma il Garante – L’universo digitale in pochi anni ha rivoluzionato le nostre vite, le nostre società. E ci ha colto di sorpresa. Ora bisogna alzare il livello di guardia e capire che tutto quello che mettiamo in Rete rischia di sfuggire al nostro controllo”.
Soro spiega che la strage dell’11 settembre “ha prodotto un fenomeno di gigantesca sorveglianza globale che non interessa più solo le aziende commerciali, che non viene usata più solo per fronteggiare l’emergenza terroristica. Oggi quella sorveglianza tocca tutti i noi. Oggi si fa una pesca a strascico e milioni di dati finiscono in grandi cervelli su cui non abbiamo alcuna forma di controllo”.
“Per difendere la sicurezza dell’America stanno calpestando un diritto fondamentale come quello alla privacy – afferma poi il Garante paralndo del ruolo degli Stati Uniti nella vicenda emersa in questi giorni – Dico che il diritto alla sicurezza non può essere garantito se non bilanciandolo con altri diritti. Primo tra tutti la tutela della riservatezza della vita privata”.
A livello europeo, secondo Soro, è necessario che l’Italia spinga affinché si “approvi prima della fine dell’anno il regolamento che tutelerà privacy e dati personali. Serve un sì dei governi e un voto finale del Parlamento, ma ora si deve correre. Si devono superare le resistenze. Si deve dire no alla pressione esterna delle lobby che provano ancora a frenare”. (Asca)

I commenti sono chiusi.