Anno XI numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

La denuncia di Giovanna Ianniello dell’Ufficio Stampa del Comune di Roma. Vittorio Zucconi: “Falsità”

Giornalista aggredita, ma Radio Capital smentisce

ROMA – “Sono profondamente amareggiato per quanto è accaduto, ieri sera, allo stadio Olimpico. Usare violenza contro qualcuno è sempre sbagliato, farlo nei confronti di un collega è ancora peggio. Quando poi ad essere oggetto di un’aggressione è una donna non c’è alcuna giustificazione. Quel che poi desta maggiore sconcerto sono le frasi offensive di carattere ideologico che le sono state rivolte”.
E’ quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in merito all’episodio che ieri sera, durante il Golden Gala allo Stadio Olimpico, ha coinvolto la giornalista dell’ufficio stampa del Comune, Giovanna Ianniello, rimasta vittima di un’aggressione verbale e fisica.
Il cdr dell’ufficio stampa del Campidoglio, stamani, aveva spiegato che la Ianniello “è stata aggredita verbalmente, con considerazioni ingiuriose sul suo orientamento politico, dal giornalista Giuseppe Perrelli, caposervizio di Radio Capital. A conclusione del diverbio la nostra collega sarebbe stata spintonata, battendo la testa contro una transenna e riportando una prognosi del pronto soccorso ospedaliero di 7 giorni”. Immediata la replica di Radio Capital, che si dice pronta a querelare.
“La direzione di Radio Capital avverte amichevolmente la signora Giovanna Ianniello dell’Ufficio Stampa del Campidoglio che sta diffondendo a organi di stampa racconti su un’immaginaria aggressione subita dal capo dei servizi sportivi dell’emittente all’ingresso dello Stadio Olimpico, evento smentito dai testimoni oculari, ma prontamente ripreso e strumentalizzato da esponenti politici nazionali per lanciare una campagna di odio contro Radio Capital a fini di propaganda elettorale, che se la signora persisterà nel suo deplorevole comportamento sarà denunciata all’autorità giudiziaria per diffamazione”.
E’ quanto afferma, infatti, in una nota Vittorio Zucconi, direttore di Radio Capital. “A lei personalmente, e al Comune di Roma che lei rappresenta nella sua funzione di addetta stampa – sottolinea Zucconi – sarà chiesto di rispondere, in via civile e penale, dei gravissimi danni d’immagine provocati arbitrariamente e artatamente a Radio Capital, trasformando una malaugurata caduta, dalla quale auguriamo alla signora Ianniello la rapida e totale guarigione nei sette giorni indicati dal referto medico, in un’aggressione.
Ogni equivoco e residuo malumore, era stato peraltro rapidamente e amichevolmente chiarito e risolto di persona, grazie all’opportuno intervento del rappresentante del Coni allo Stadio Olimpico, fra la stessa signora Ianniello e l’inviato di Radio Capital, Giuseppe Perrelli, pochi minuti dopo l’accaduto, in tribuna stampa”. (Agi)
Infatti, il giornalista Giuseppe Perrelli, caposervizio di Radio Capital, nega di aver mai aggredito la giornalista dell’ufficio stampa del Campidoglio, Giovanna Ianniello e racconta all’Adnkronos la sua versione dei fatti.
“Non ho mai aggredito la Ianniello, è tutto falso – dice il giornalista – E’ stata lei la prima ad insultare e ci sono tanti testimoni che possono confermare la mia versione, poveri signori che facevano la fila, la stessa degli accrediti dei giornalisti, per cercare di ritirare i biglietti ticket one. Tra l’altro, alla fine, dentro lo stadio ci eravamo anche chiariti stringendoci la mano”.
“La mia unica colpa – aggiunge Perrelli – è stata di non aver fatto finta di niente davanti a una prepotenza. Ma tutti hanno visto che io non ho aggredito nessuno. Visto il danno d’immagine che mi è stato fatto, ora dico che sarebbe stato meglio farmi i fatti miei”. (Adnkronos)

I commenti sono chiusi.