Al “Regis” sono stati messi in risalto solo i “meriti” di qualcuno. Di ex responsabili di governo e parlamentari neppure l’ombra

Stati Generali dei pubblicisti, una passerella e un topolino

Gino Falleri ROMA – Non sarebbe corretto affermare che aver organizzato gli Stati Generali dei “quadri” dei pubblicisti non sia stata una buona idea. In questi casi è il risultato quello che conta. Se l’obiettivo…

Leggi tutto