Anno XII numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

“Ha fatto della difesa e della diffusione del Cristianesimo la sua missione”

A Luciano Regolo il Premio “Gens Aurea”

Luciano Regolo riceve il Premio Gens Aurea dalle volontarie dell’Associazione Centaurea

BAGNARA CALABRA (Reggio Calabria) – A Luciano Regolo il XII Premio “Gens Aurea”, «quale segno di apprezzamento, ammirazione e stima verso un uomo di cultura che ha fatto della difesa e diffusione del patrimonio culturale, sociale, morale ed emozionale del Cristianesimo la sua missione».

Il Premio “Gens Aurea”

Luciano Regolo e Mariella Federico

L’Associazione Centaurea, onlus reggina che si occupa di iniziative benefiche ed eventi di solidarietà, ha infatti conferito il significativo riconoscimento al condirettore di Famiglia Cristiana e Maria con te, nel corso di una cerimonia tenutasi nella Cittadella dell’Immacolata di Bagnara Calabra alla quale ha partecipato il mariologo padre Antonio Maria Carfì, inframmezzato dai canti mariani dei Piccoli Fratelli e Piccole Sorelle della Fraternità Maria Immacolata.
Meritatissima la motivazione al giornalista e scrittore calabrese letta da Mariella Federico, presidente dell’Associazione Centaurea: «Per l’opera di evangelizzazione e di difesa dei valori cristiani svolta attraverso la carta stampata, sulle orme di figure illustri quali san Massimiliano Kolbe e il beato Giacomo Alberione; per il contributo dato alla vitalità della devozione mariana, attraverso un periodico dedicato alla Madre di Dio e all’umanità, che la rende presente e “vicina” tramite luoghi, voci, testimonianze;
per il coraggio di dar voce e importanza alla religiosità popolare proponendo scelte editoriali forse minoritarie, espressione di un credo affermato a prescindere dalla opinione dominante, senza farsi scoraggiare da prese di posizione ideologiche; per l’importante contributo dato alla conoscenza della figura e della straordinaria vita di Natuzza Evolo, la mistica calabrese della quale è in corso il processo di beatificazione, testimone e veicolo del soprannaturale, il cui carisma è tuttora vivo e presente e opera attraverso i Cenacoli di preghiera diffusi in tutto il mondo; per l’attenzione particolare prestata a figure femminili di sante e laiche, famose e vissute nell’ombra espressa anche attraverso la scelta controcorrente di indagare e raccontare la vita della famiglia reale, principesse e regine».
Luciano Regolo, classe 1966, giornalista professionista, ha lavorato per il quotidiano la Repubblica e i settimanali Oggi e Chi. Ha diretto Novella 2000, Eva Tremila, Vip e il quotidiano L’Ora della Calabria, ricevendo a Ischia nel 2014 il Premio speciale per la difesa della libertà di stampa. Un’esperienza, quella all’Ora della Calabria, che lo ha visto in prima linea al fianco dei giornalisti della sua redazione, in una battaglia per la libertà di stampa che ha segnato una delle pagine più nere della storia del giornalismo del nostro Paese.
Regolo, dal 2018, è condirettore per la Periodici San Paolo di Famiglia Cristiana e di Maria con te. Ha scritto libri di storia sul rapporto tra Corona e fascismo; le biografie sulle tre regine d’Italia e della beata Maria Cristina, regina delle due Sicilie; e, per Mondadori, i 4 best seller sulla mistica Natuzza Evolo e “Civitavecchia. Le lacrime della Vergine”.
Per le Edizioni San Paolo ha pubblicato “L’ultimo segreto di Lady Diana”, “Christian, una vita per sempre”, “Il Gesù di Natuzza” e “Gesù, pensaci Tu” scritto con Grazia Ruotolo e dedicato alla figura del sacerdote esorcista napoletano don Dolindo Ruotolo, di cui è in corso il processo di beatificazione. (giornalistitalia.it)

Luciano Regolo e il suo libro su Natuzza Evolo (foto Giornalisti Italia)

I commenti sono chiusi.