Anno XI numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Uffici chiusi al pubblico. Eventuali urgenze saranno gestite online o telefonicamente

Giornalisti Calabria: assistenza Sgc, Inpgi e Casagit

REGGIO CALABRIA – In ottemperanza alle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, il segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, comunica di aver disposto misure stringenti per gli uffici di Reggio Calabria che, al numero 33 di via Aschenez, ospitano anche l’Ufficio di Corrispondenza dell’Inpgi e la Consulta della Casagit. Gli uffici – fino a nuove disposizioni – sono chiusi al pubblico ed i servizi di consulenza e assistenza agli iscritti saranno garantiti esclusivamente attraverso l’utenza telefonica 0965810980 e l’email sindacato@giornalisticalabria.it.
«Considerate le stringenti misure imposte dal Governo, – fa notare Carlo Parisi – che limitano gli spostamenti ai casi strettamente necessari, non è, infatti, il caso di mettere a repentaglio la salute dei dipendenti e degli stessi iscritti favorendo incontri assolutamente differibili».
Il segretario ha, dunque, sospeso ogni attività sindacale sin dal 26 febbraio scorso, tant’è che la rappresentanza calabrese non ha partecipato all’Assemblea nazionale del lavoro autonomo che si è svolta a Roma il 27 febbraio e, contestualmente, sono state annullate le elezioni dei delegati al Congresso nazionale Ucsi, che avrebbero dovuto svolgersi l’8 e 9 marzo a Reggio Calabria.
Considerato che le pratiche di disoccupazione Inpgi, ormai da tempo, vengono trasmesse esclusivamente in modalità elettronica, che il termine di consegna delle pratiche di rimborso Casagit è stato prorogato al 30 aprile, e che l’attività giudiziaria è stata sospesa in tutto il Paese, non vi è alcuna urgenza di recarsi in questi giorni in ufficio. Eventuali urgenze – ma solo se effettivamente tali – verranno valutate dagli uffici competenti che indicheranno le modalità per gestirle al meglio.
«I colleghi – conclude Carlo Parisi – comprenderanno che la misura adottata è un semplice e doveroso contributo del Sindacato Giornalisti della Calabria finalizzato a limitare il contagio e a tutelare la salute di tutti». (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi.