Anno XII numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Lavoro, legalità e giustizia con Parisi, Lorusso, Giulietti, Iacopino, Gratteri e Minniti

Libertà di stampa: il 3 maggio a Reggio Calabria

Nicola Gratteri

Marco Minniti

Carlo Parisi

REGGIO CALABRIA – “Lavoro, legalità e giustizia per la libertà di stampa” è il tema al centro della XXIII Giornata mondiale della libertà di stampa che, su iniziativa della Federazione nazionale della stampa italiana, si terrà martedì 3 maggio a Reggio Calabria. Organizzata dal Sindacato Giornalisti della Calabria, la Giornata avrà luogo nell’Auditorium Nicola Calipari del Consiglio regionale della Calabria (Palazzo Campanella, in via Cardinale Portanova) dalle ore 10 alle ore 17. Ad annunciarlo è il segretario generale aggiunto della Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, che sottolinea l’importanza di “un evento che farà convergere a Reggio Calabria i vertici degli organismi di categoria dei giornalisti e alcune tra le più alte figure istituzionali, quali il procuratore aggiunto di Reggio Calabria Nicola Gratteri, presidente della Commissione governativa incaricata di riformare il sistema penale per ciò che concerne le normative antimafie, magistrato simbolo della lotta contro la ‘ndrangheta, e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, Marco Minniti, che, da reggino, tornerà a parlare della piaga che ben conosce e di cui si occupa, da anni, ben oltre i confini della sua Calabria”.

“Insieme, giornalisti, magistrati, rappresentanti del governo, istituzioni – sottolinea il segretario generale aggiunto della Fnsi – per ribadire, da una terra martoriata come la Calabria, che non saranno i proiettili a fermare il buon giornalismo e la libertà di stampa”.

Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti

Enzo Iacopino

Alla Giornata mondiale della libertà di stampa parteciperanno, infatti, accanto a Carlo Parisi, il segretario generale e il presidente della Federazionenazionale della stampa, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, e il direttore Giancarlo Tartaglia; i presidenti dell’Ordine nazionale e regionale dei giornalisti, Enzo Iacopino e Giuseppe Soluri; il vicepresidente dell’Inpgi, Giuseppe Gulletta.Saranno loro i protagonisti dei lavori che saranno ospitati a Palazzo Campanella dopo i saluti del presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, del presidente della Provincia di Reggio Calabria, Giuseppe Raffa, del sindaco e del prefetto di Reggio, Giuseppe Falcomatà e Claudio Sammartino.

Ad intervenire e a dialogare con i colleghi, ci saranno anche Pino Toscano, coordinatore del Gruppo Cronisti Calabria, Alessandro Galimberti e Leone Zingales, presidente e vicepresidente dell’Unci, Francesco Votano, della Giunta Esecutiva dell’Unci, e Michele Albanese, consigliere nazionale della Fnsi delegato alla legalità.

Presenti anche, con le loro drammatiche testimonianze, i parenti di alcuni giornalisti vittime della mafia. L’intera giornata del 3 maggio sarà, inoltre, valida come evento formativo per i giornalisti e darà diritto a 8 crediti (iscrizioni, come sempre, attraverso la piattaforma Sigef). (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi.