Anno XI numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Evase 93 richieste con i 15 milioni di euro stanziati per l’anno in corso. L’Istituto era già intervenuto con integrazioni

Mutui Inpgi: esaurite le disponibilità per il 2013

ROMA – L’analisi dell’andamento delle richieste di mutuo pervenute nel 2013 registra il definitivo esaurimento dei 15 milioni di Euro stanziati per l’anno in corso, a fronte di 93 richieste evase. Fuori budget rimangono altre 21 domande di prenotazione non accolte per un totale di 4.2 milioni di Euro.
Questo è il quadro complessivo delineato durante l’ultima Commissione mutui e prestiti tenutasi il 28 marzo scorso, in cui è emerso che – nonostante l’operazione di razionalizzazione del sistema di erogazione, avvenuta in occasione dello stanziamento 2013 – le richieste di mutuo pervenute hanno definitivamente eroso i 15 milioni di euro complessivamente stanziati.
Sul fronte prestiti si registra invece un trend che consente agli Uffici di gestire con regolarità le richieste degli iscritti.
L’Inpgi, come si ricorderà, era già intervenuto negli ultimi mesi con provvedimenti importanti. A settembre 2012 è stato, infatti, integrato con ulteriori 10 milioni di euro, lo stanziamento 2012 che prevedeva già 12,5 milioni, portando così alla considerevole cifra di 22,5 milioni di euro lo stanziamento complessivo dello scorso anno.
Il 13 novembre 2012, in occasione del bando mutui per l’esercizio 2013, l’Istituto ha stanziato 12 milioni di euro oltre a varare una serie di modifiche procedurali (che vanno dalla ripartizione dell’esercizio in quattro trimestri di erogazione alla creazione di una graduatoria per la gestione delle richieste pervenute) finalizzate a migliorare la gestione degli  stanziamenti.
Da ultima, la deliberazione del Consiglio di amministrazione del 18 dicembre 2012 con cui si prevedeva – già prima dell’inizio dell’esercizio 2013 – un aumento delle somme disponibili di altri 3 milioni, portando così a 15 milioni di euro lo stanziamento complessivo per 2013.
Alla luce dell’andamento sopra rappresentato, si invitano gli iscritti a non presentare domande di mutuo prima del 1° ottobre 2013, data con la quale si aprirà il quarto trimestre dell’anno a decorrere dal quale si potrà ripartire – in coda alle 21 domande giacenti – con una waiting list per il 2014.

I commenti sono chiusi.