Anno XII numero

Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Entro il 19 dicembre le richieste di accredito per il tradizionale appuntamento con il Presidente del Consiglio

Il 21 dicembre la conferenza stampa di Mario Monti

Mario Monti

ROMA – L’Ordine nazionale dei giornalisti comunica che la tradizionale conferenza stampa di fine anno del presidente del Consiglio, sen. Mario Monti, si terrà il 21 dicembre, alle ore 12, nella Sala polifunzionale di via Santa Maria in via, a Roma.
L’Ordine dei giornalisti, che organizza l’incontro in collaborazione con l’Associazione della stampa parlamentare e l’Associazione della stampa estera, invita le testate interessate a partecipare ad accreditare un loro giornalista, fornendo i dati identificativi e il numero di tessera professionale.
Le testate che desiderano far porre una domanda al presidente del Consiglio debbono indicarlo esplicitamente, aggiungendo il solo nome del giornalista che porrà il quesito.
Tutte le comunicazioni debbono essere inviate esclusivamente tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo cnog@pec.cnog.it improrogabilmente entro e non oltre le ore 14 del 19 dicembre.
Esigenze organizzative impediranno di accettare richieste pervenute oltre la scadenza. Gli operatori radiotelevisivi dovranno rivolgersi direttamente al competente ufficio di Palazzo Chigi.
Al fine di consentire la presenza del maggior numero possibile di colleghi, l’Ordine dei giornalisti, in considerazione dell’esperienza maturata lo scorso anno nella sala polifunzionale e del prevedibile interesse per l’incontro, accentuato dal contingente momento politico, ha invitato la Presidenza del Consiglio a prevedere una sola postazione televisiva fissa, chiedendo alla Rai, tradizionalmente impegnata nella diretta tv, di fornire gratuitamente e in tempo reale il segnale alle emittenti che lo richiederanno.
L’esigenza di offrire ai cittadini un servizio adeguato sarà così garantita in maniera paritaria a tutte le emittenti che potranno avvalersi per le loro necessità specifiche delle telecamere mobili.

I commenti sono chiusi.