Anno X numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Stroncata da una malattia fulminante, aveva 83 anni. I funerali domani a Lauria. Cordoglio del Sindacato dei giornalisti

Morta la madre del giornalista Antonio Cantisani

LAURIA (Potenza) – Si è spenta questa mattina, all’età di 83 anni, stroncata da un male fulminante, Maria Filomena Faraco, adorata mamma del giornalista Antonio Cantisani.
Insegnante, ha vissuto tutta un’esistenza dedicandosi con amore alla famiglia, al lavoro, al genuino e instancabile credo cattolico che l’ha portata a essere sempre attiva operatrice nella sua parrocchia. La piangono il marito, Domenico Cantisani, fratello dell’arcivescovo emerito di Catanzaro, i figli Antonio con la moglie Maria Rita Galati, Marilena con il marito Giovanni Chiarelli e Giambattista con la moglie Maria Michela Mirabelli, i nipoti, Giuseppe, Giandomenico e Ludovico, i parenti tutti, ma anche l’intera comunità di Lauria, sua città natale, che non ne dimenticherà mai la generosità e l’indole solare, con il sorriso sempre pronto e accogliente.
Tutti i valori incrollabili e l’impegno di mamma Mena, come la chiamavano i suoi cari, si ritrovano nel collega Antonio, brillante e rigoroso giornalista, ma anche uomo leale, di buon cuore, tra i più pronti, coraggiosi e costanti anche nella difesa dell’onestà e della libertà dell’informazione durante la vergognosa censura subita dall’Ora della Calabria, di cui Cantisani era capo della redazione catanzarese. Le esequie verranno celebrate domani, alle ore 11 a Lauria, nella chiesa di San Nicola.

Luciano Regolo

***

Profondo cordoglio, a nome di tutti i giornalisti calabresi, viene espresso da Carlo Parisi, segretario generale aggiunto della Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, che si stringe attorno al collega e alla famiglia tutta.

I commenti sono chiusi.