Anno IX numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Dopo 44 anni il segretario dell’Assostampa Messina lascia la professione, ma rimane al servizio della categoria

Giuseppe Gulletta va in pensione, festa nella sua Messina

Il presidente della Provincia di Messina, Nanni Ricevuto, consegna la targa d’argento a Giuseppe Gulletta

MESSINA – Festa dei giornalisti messinesi per il pensionamento dall’attività professionale di Giuseppe Gulletta, giornalista della “Gazzetta del Sud”, segretario provinciale dell’Associazione Siciliana della Stampa, consigliere generale dell’Inpgi e presidente nazionale dell’Ugai, il gruppo di specializzazione dei giornalisti aerospaziali della Fnsi.
Gulletta è stato salutato da colleghi ed amici nel salone degli Specchi della Provincia regionale di Messina. Dopo il saluto ufficiale dell’Amministrazione, portato dal presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, che ha consegnato a Gulletta una targa d’argento, l’ex direttore della “Gazzetta del Sud” e presidente della Fondazione Bonino Pulejo, Nino Calarco, ha tratteggiato la figura di Gulletta come giornalista che “si è sempre speso in favore dei colleghi e della categoria nei vari organismi di cui è stato chiamato a fare parte, grazie alla fiducia che i giornalisti messinesi hanno sempre riposto in lui”.
La figura di Gulletta sindacalista è stata, invece, tratteggiata da Franco Cicero, vice capo redattore della Gazzetta del Sud e vicepresidente del consiglio regionale dell’Associazione Siciliana della Stampa.
Tra i numerosi interventi, quello di Mario Petrina, consigliere d’amministrazione della Casagit e presidente dei sindaci dell’Unione Nazionale Giornalisti Pensionati, presente alla cerimonia assieme al sindaco nazionale Rino Labate.

La cerimonia nel salone degli Specchi della Provincia di Messina

Il due volte presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Mario Petrina, esponente di spicco della componente di maggioranza della Fnsi “Stampa Libera e Indipendente”, della quale Peppino Gulletta è degno rappresentante in Sicilia, ha colto l’occasione per soffermarsi sul particolare momento di crisi dell’editoria e sui ripetuti attacchi sferrati all’autonomia e all’indipendenza della professione giornalistica.
Mentre il vicesegretario nazionale della Fnsi, Carlo Parisi, segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, assente per motivi istituzionali, ha inviato un messaggio di auguri per sottolineare che “quello messo in campo da Giuseppe Gulletta, in tanti anni di attività a tutela della categoria, è un impegno da premiare, che sicuramente non si esaurirà con il pensionamento”.
Tra gli altri interventi, quello del segretario dell’Ugai, Enrico Ferrone, del consigliere nazionale dell’Odg e sindaco dell’Inpgi, Attilio Raimondi, del Cdr, di numerosi colleghi e del neo direttore della “Gazzetta del Sud”, Alessandro Notarstefano: nel salutare Gulletta, hanno sottolineato “le sue straordinarie doti di umanità” e il suo essere “sempre disponibile ad ascoltare tutti, quale profondo conoscitore di norme, contratti e regolamenti in grado di trovare sempre una soluzione ai vari problemi. Un vero punto di riferimento per tutta la categoria”.
Dal canto suo, Gulletta, nel ringraziare i colleghi, ha tenuto a sottolineare come dopo aver lasciato l’attività professionale avrà “più tempo da dedicare a chi ne ha veramente tanto bisogno in tutti i settori, lavorando sempre per l’unità della categoria”.
Nell’ambito della cerimonia, una targa dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, per i 60 anni di iscrizione all’Albo, è stata consegnata al gionalista professionista Giuseppe Mondello, già capo servizio Esteri della “Gazzetta del Sud”.

Nanni Ricevuto, Giuseppe Gulletta e Nino Calarco

Giuseppe Gulletta festeggiato dai colleghi

I commenti sono chiusi.