Anno X numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Il 14 ottobre nel capoluogo lombardo il giovane giornalista calabrese Pasquale Golia presenterà il suo nuovo libro

Dalla Calabria a Milano “Inseguendo un sogno rosa”

MILANO – “Inseguendo un sogno rosa” è il titolo del nuovo libro del giovane giornalista calabrese Pasquale Golia (Edizioni la Rondine, 132 pp., € 10), con prefazione di Marco Pastonesi, che parla di ciclismo ed in particolare del Giro d’Italia 2011, corso lo scorso mese di maggio e che ha visto il trionfo dello spagnolo Alberto Contador.
“Inseguendo un sogna rosa” uscirà venerdì 14 ottobre 2011 e sarà disponibile in tutte le migliori librerie italiane da lunedì 17 ottobre 2011.
Sempre venerdì 14 ottobre 2011, intanto, il libro sarà presentato in anteprima nazionale a Milano, inizio ore 18.30, presso il centro convegni della Regione Lombardia di Via Melchiorre Gioia angolo Via Cardano, quartier generale delle operazioni preliminari della 105esima edizione del Giro di Lombardia.
All’evento, organizzato grazie alla fattiva collaborazione di Rcs Sport – La Gazzetta dello Sport, prenderanno parte, oltre che l’autore Pasquale Golia; il direttore generale di Rcs sport e direttore generale del Giro d’italia, Michele Acquarone, che ha accolto con favore l’evento e la pubblicazione di questo libro; il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Marco Pastonesi, autore della prefazione del volume; ed il responsabile dell’ufficio stampa ciclismo per Rcs Sport, Matteo Cavazzuti.
La presentazione sarà aperta a tutti gli appassionati di grande ciclismo a Mjlano, ma anche ai rappresentanti delle squadre partecipanti al Giro di Lombardia 2011, che partirà proprio da Milano la mattina del 15 ottobre. L’anteprima nazionale del libro “Inseguendo un sogno rosa” di Pasquale Golia, farà da prologo, infatti, ad una due giorni di grande ciclismo a Milano ed in Lombardia.
Dopo la presentazione del libro “Inseguendo un sogno rosa”, il pomeriggio di venerdì 14, infatti, sabato 15 ottobre, sempre da Milano, come anticipato, partirà la 105esima edizione del Giro di Lombardia, classica gara di chiusura del circuito World Tour del ciclismo professionistico 2011. Partenza da Milano ed arrivo a Lecco dopo 241 km. Il giorno dopo, infine, domenica 16 ottobre, sempre a Milano, presso gli studi televisivi Rai – Studio 2000 East end Studios di via Mecenate, verrà presentato il Giro d’italia 2012.
Una vetrina importante, dunque, per il libro “rosa” di Pasquale Golia scelta per celebrare al meglio uno sport che in realtà è la metafora della vita ed una corsa,  ed il Giro d’Italia, divenuto parte della storia della nostra Nazione. E non è finita qui. Sabato 15 ottobre, subito dopo la partenza del Giro di Lombardia, l’autore Pasquale Golia sarà ospite al Museo del ciclismo presso il Santuario della Madonna del Ghisallo, che proprio sabato 15 ottobre festeggerà il suo quinto compleanno dalla sua istituzione, in provincia di Como, assieme a tutti gli altri  18 benefattori, tra cui Alfredo Martini, Fiorenzo Magni, Paolo Bettini, Andrea Noè, Stefano Diciatteo, Renato di Rocco e gli altri, che hanno donato al Museo una Maglia Rosa per il progetto “Giro for Ghisallo”. Pasquale Golia, infatti, lo scorso 14 maggio, prima della partenza dell’ottava tappa del Giro da Sapri ha donato la Maglia Rosa 2009 che il vincitore di quell’edizione, Denis Menchov, gli aveva regalato nell’ultima tappa a Roma.  Domenica 16 ottobre, poi, il libro “Inseguendo un sogno rosa”, sarà consegnato al vincitore della Corsa Rosa 2011 Alberto Contador, che giungerà a Milano per la presentazione del Giro d’Italia 2012.
“Inseguendo un sogno rosa”, scrive il giornalista Vincenzo La Camera nella sua prima recensione al libro non è altro che: “Il racconto del ciclismo, quello vero, attraverso gli occhi e la penna di un giovane cronista al seguito della “carovana rosa” nei 150 anni dell’Unità d’Italia. Un intreccio di emozioni spalmate in quattro capitoli ricchi di curiosità, testimonianze, cronache di tappa che fanno del Giro d’Italia un avvenimento unico. Dal dominio del “pistolero” Contador alla vittoria di Kiryenka dopo 220 km di fuga. L’autore insegue il suo sogno rosa per ventuno giorni. Perché il Giro è di tutti: di chi lo corre, di chi lo vede passare e anche di chi lo racconta. Per tre settimane un intero Paese indossa la maglia rosa. Ogni tappa ripercorre la storia della Nazione. Da Reggio Emilia, la città che ha sventolato per la prima volta il tricolore, al Santuario di Montevergine dove i benedettini protessero la Sacra Sindone da Hitler. Anche questo è il Giro. E poi, il calore della gente. Che abbraccia i “girini” ancor di più dopo la morte del corridore belga Weylandt, perché nel ciclismo “chi cade non lo fa mai per finta”.
Il libro è dedicato proprio a Wouter Weylandt, il giovane corridore belga, scrive l’autore Pasquale Golia “che, pagando con la vita al Giro d’Italia 2011 la sua passione per il ciclismo, ci ha mostrato come questo sport assomigli molto alla esistenza di ognuno di noi. Gioie e dolori, sorrisi e lacrime, sudore e fatica, rendono il ciclismo una scuola di vita infallibile per ciascuno di noi”. Un modo per non dimenticare Wouter. Tornando al contenuto del libro, “Inseguendo un sogno rosa” è composto da quattro capitoli. Il primo è completamente dedicato alla cronaca sportiva, ovvero alle imprese di quegli eroi in bicicletta che per ventuno giorni si sono battuti sulle strade d’Italia. Corsa rosa inaugurata dalla vittoria dell’Htc-Highrod e dalla maglia rosa del tricolore a cronometro Marco Pinotti nella cronosquadre di apertura; poi la vittoria di Petacchi a Parma, la rivincita di Cavendish, le fiammate di Contador, il riscatto del gregario Paolo Tiralongo, sino ad arrivare alla vittoria nell’ultima cronometro di Milano di David Millar. Un lungo susseguirsi di storie nell’anno dei 150 anni dell’Unità d’Italia a cui il Giro ha reso omaggio. A sottolineare l’Unità della nazione italiana, infatti, la corsa ha attraversato ben diciassette delle venti regioni italiane, con un unico sconfinamento all’estero, in Austria. Il secondo capitolo di questo libro “rosa” farà conoscere al lettore proprio i luoghi attraversati dal Giro, per scoprire e riscoprire la nostra Italia. Raccontando anche come molte di queste città abbiano avuto un ruolo importante nell’Unità d’Italia. Gli attori principali del Giro sono stati, però, i corridori, ovvero ragazzi che per tre settimane hanno sfidato il freddo delle montagne, il caldo delle pianure, l’acqua ed il vento, le discese, le salite ripide, e che hanno dato vita ad una battaglia sportiva straordinaria. Il terzo capitolo è dedicato a loro. Gioie, dolori, sogni e delusioni, di chi il Giro lo ha corso al servizio del proprio capitano o per inseguire una vittoria di tappa, capace di cambiare una carriera. Accanto agli “eroi” in bicicletta, altri “eroi” che hanno corso il Giro d’Italia non a colpi di pedale, ma con computer, macchine fotografiche, telecamere, microfoni, transenne da sistemare, strutture da montare e smontare, gadget da distribuire: è l’altro Giro. Il Giro della cittadina viaggiante formata da oltre duemila persone. Uomini e donne per tre settimane senza fissa dimora, Il quarto capitolo, dal titolo “L’altro Giro”, è dedicato a loro. L’autore entrerà in questa cittadella multicolore per scoprire tutto ciò che rende questo spettacolo, questo evento nazional-popolare, possibile. Una piccola testimonianza, di un inviato di periferia alla corsa rosa, per aiutare a capire cos’ è il Giro d’Italia ed il ciclismo dunque.

L’AUTORE
PASQUALE GOLIA è un giornalista pubblicista. Nato in Svizzera nel 1980, vive in Calabria. Ha conseguito nel 2004 la laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Catanzaro. Avvocato civilista, si occupa di diritto dei minori. È entrato nel mondo dell’informazione nel 2007, scrivendo per diverse testati locali: “La provincia cosentina”, il quotidiano regionale “Calabria Ora” ed “Il Quotidiano della Calabria”. Ha collaborato anche con il quotidiano nazionale “Il Manifesto” e con il quotidiano sportivo nazionale “La Gazzetta dello Sport – versione online”. Nel 2010 ha pubblicato il suo primo libro, Giornalista di periferia, con il quale nello stesso anno ha vinto il Premio speciale giornalismo 2010 nella Prima edizione del Premio Letterario Nazionale di Calabria e Basilicata. La sua vera passione è però lo sport, e in particolare il ciclismo. È stato inviato de Il Quotidiano della Calabria al Giro d’Italia 2011 ed al Tour de France 2011, raccontato anche per Il Quotidiano della Basilicata. Nonostante la giovane età Pasquale Golia ha seguito già tre Giri d’Italia (2009-2010-2011), un Tour de France (2011), oltre che tutte le grandi classiche del ciclismo professionistico.

I commenti sono chiusi.