Anno IX numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Riconoscimento alla carriera al direttore della Gazzetta dello Sport. La consegna il 21 maggio

Premio Hemingway a Monti, Sallusti e Vergara

Alessandro Sallusti

Daniela Vergara

Andrea Monti

LIGNANO SABBIADORO (Udine) – E’ il direttore della Gazzetta dello Sport, Andrea Monti, il vincitore della ventisettesima edizione del “Premio Ernest Hemingway Lignano Sabbiadoro – Speciale 2011”. Gli è stato assegnato “come riconoscimento alla carriera e alla versatilità dimostrata nel corso delle sue lunghe e varie direzioni” e sarà consegnato, il 21 maggio, a Lignano Sabbiadoro.
Gli altri vincitori sono: Alessandro Sallusti, direttore de Il Giornale, per la sezione  “Giornalismo della carta stampata”; Daniela Vergara di Rai2 per il “Giornalismo radiotelevisivo”; lo scrittore Aurelio Picca, autore dell’opera “Se la fortuna è nostra” (editore Rizzoli), per la “Narrativa” ed il professor Giovanni Orsina, autore de “L’alternativa liberale. Malagodi e l’opposizione al centrosinistra”, edito da Marsilio, per la “Saggistica”.
In anticipo rispetto alla consueta collocazione temporale, il premio propone un avvio di stagione all’insegna della cultura e qualifica la città come meta di un turismo di qualità attratto dalla presenza di personalità significative e stimolanti sul piano intellettuale. Il Premio inserisce anche una nota di mondanità e di colore nel ricco programma delle manifestazioni lignanesi di quest’anno. È organizzato dalla città di Lignano Sabbiadoro con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, il fondamentale contributo della Fondazione Crup e l’apporto degli sponsor Terme di Lignano-Centro Congressi Kursaal, Lignano Pineta Spa, Distillerie Bepi Tosolini, Primo Piano Art Gallery Venice, Scuola Fioristi FVG, Progetto Gentium, Academia Florum Artis.
Il Premio Hemingway si presenta al pubblico con una Giuria rinnovata nella presidenza esecutiva con la nomina di Luisa Ciuni, giornalista del Giorno e figlia d’arte: suo padre Roberto, direttore del Giornale di Sicilia e poi del Mattino e de La Nazione, vinse nel 1988 il Premio Hemingway. Da segnalare anche l’ingresso fra i giurati, accanto alle “storiche” presenze di Luigi Mattei e Giovanni Lugaresi, di nuovi prestigiosi nomi del giornalismo contemporaneo: Fausto Carioti di Libero, Vittorio Macioce de Il Giornale, Nicola Rao, direttore del Tg3 Lazio.
Ricco di nomi di assoluto rilievo nel campo del giornalismo e della cultura l’albo d’oro del Premio: Indro Montanelli, Natalia Ginzburg, Vittorio Gassman, Francesco Alberoni, Roberto Benigni, Enzo Bettiza, Sergio Zavoli, Claudio Magris, Oriana Fallaci, Giorgio Forattini, Gianni Riotta, Luigi Pintor, Toni Capuozzo, Giovanna Botteri, Gian Antonio Stella, Francesco Cossiga, Milena Gabanelli, Valerio Massimo Manfredi, Joaquin Navarro-Valls, Ferruccio De Bortoli, Magdi Allam, Umberto Veronesi, Andrea Vitali, il Patriarca di Venezia Card. Angelo Scola, Massimo Ranieri, Massimo Franco, Boris Pahor e molti altri, a partire dalla prima edizione tenutasi nel 1985 sino ad oggi.
Ad accogliere sul palco i premiati della XXVII edizione saranno i giornalisti TV Anna Migotto e Giovanni Anversa, riconfermati nella veste di conduttori della prestigiosa manifestazione.
Affiancano l’evento del Premio Hemingway Lignano Sabbiadoro due interessanti esposizioni: una mostra fotografica open-air dal titolo “Punti di vista. Fari d’autore tra fotografia e letteratura”, che presenta immagini di Jean Guichard, Massimo Crivellari, Tullio Stravisi ed altri autori e si potrà visitare da giugno ad ottobre al Parco Hemingway di Lignano Pineta;  la personale “Hemingway, una vita per immagini” del pittore Bobo Ivancich de la Torriente (Venezia, 4 gennaio 1963), eclettico artista italo-cubano che si distingue per le provocazioni post-duchampiane e neo-futuriste, autore del celebre quadro “Il Castro Morto e i tre dolenti”, nonché nipote di Adriana Ivancich, famosa per una relazione sentimentale con Ernest Hemingway rievocata nel romanzo “Di là dal fiume e tra gli alberi”. Per questo evento l’artista propone delle tele raffiguranti attimi di vita del celebre scrittore, dalla caccia al famoso Harry’s Bar. La personale dell’artista si terrà presso la sala espositiva della Terrazza a Mare di Lignano Sabbiadoro sino al 28 maggio 2011, con vernissage il 22 maggio alle ore 16.

I commenti sono chiusi.