Anno IX numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Il Tribunale di Cosenza ha fissato per il 21 giugno la nuova udienza del fallimento

L’Ora della Calabria, la telenovela si allunga

L’ex direttore dell’Ora della Calabria Luciano Regolo e il liquidatore della C&C Giuseppe Bilotta

COSENZA – La telenovela del fallimento de “L’Ora della Calabria” si allunga ancora. La puntata andata in onda oggi al Tribunale di Cosenza ha visto fissare una nuova udienza per l’inizio dell’estate. Sarà il 21 giugno infatti, alle ore 10.30 al Tribunale di Cosenza, il giorno in cui verrà esaminato il bilancio 2017 della Gruppo editoriale C&C, la società in liquidazione della famiglia Citrigno che editava “L’Ora della Calabria” e che dal febbraio Leggi tutto…

Una giornata storica organizzata dal sindacato dei giornalisti e aperta a tutte le forze

Primo Maggio della Fnsi a Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA – Sarà una giornata straordinaria, nel vero senso della parola, quella che la Federazione nazionale della stampa italiana sta organizzando per il prossimo 1 maggio a Reggio Calabria. Straordinaria perché è la prima volta, nella sua storia, che il sindacato unitario dei giornalisti italiani promuove una Festa del lavoro in maniera autonoma, coinvolgendo tutti gli istituti di categoria (Inpgi, Ordine dei giornalisti, Casagit e Fondo pensione complementare).
E, ancora, straordinaria perché il primo maggio della Fnsi Leggi tutto…

Eletti i giornalisti calabresi Lacaria e Vazzana (Consiglio nazionale), Giordano, Pedullà e Surace (Comitato scientifico)

Unaga: Roberto Zalambani è il nuovo presidente

La delegazione dell’Arga Calabria a Roma per il Congresso dell’Unaga 2018. Da sinistra: Fausto Pedullà, Manuela Lacaria, Carmelo Vazzana e Antonella Giordano

ROMA – È Roberto Zalambani il nuovo presidente dell’Unaga, l’Unione nazionale dei giornalisti dell’agroalimentare e dell’ambiente, a cui fanno capo le Arga (Associazioni regionali dei giornalisti dell’agroalimentare e ambiente), gruppi di specializzazione della Federazione nazionale della stampa italiana. Leggi tutto…

La Corte d’Appello di Catanzaro rigetta la richiesta di risarcimento dell’avv. Gatto

Con Michele Inserra vince il diritto di cronaca

Michele Inserra

CATANZARO – Dopo il primo grado, Michele Inserra e il diritto di cronaca vincono anche in Corte d’Appello. La Seconda Sezione Civile della Corte d’Appello di Catanzaro (Rita Majora presidente, Francesca Romano consigliere, Antonio Scalera consigliere relatore) ha, infatti, rigettato la richiesta di risarcimento danni da diffamazione a mezzo stampa avanzata dall’avvocato Lorenzo Gatto, che pretendeva 50mila euro dal giornalista, attuale caposervizio della cronaca di Cosenza del Quotidiano del Sud.
La Majora, in buona sostanza, ha confermato la decisione presa dal giudice della Seconda sezione civile del Tribunale di Cosenza, Andrea Palma, che, nel 2016, aveva rigettato la richiesta di Gatto e lo aveva condannato a pagare le spese processuali pari a 4024,20 euro. Anche in questo caso, l’avvocato che ha chiesto il risarcimento danni a Inserra dovrà pagare 3.307,50 euro di spese.
I fatti risalgono al 22 luglio 2011 quando il giornalista aveva pubblicato sull’allora Quotidiano della Calabria un articolo ritenuto diffamatorio dall’avvocato del Foro di Reggio Calabria Lorenzo Gatto, tanto da chiedere la condanna di Inserra, dell’allora direttore Matteo Cosenza (erroneamente indicato quale responsabile al posto di Emanuele Giacoia) e della società editrice Finedit Finanziaria Editoriale srl, difesi Leggi tutto…

A Crotone i funerali del giornalista che ha diretto il trisettimanale dal 1980 al 2012

Addio Michele Napolitano, fondò Il Crotonese

Domenico Napolitano con i colleghi del Crotonese in occasione del 31° compleanno del giornale

CROTONE – All’età di 73 anni si è spento nella serata di oggi, lunedì 2 aprile, il giornalista Domenico Napolitano, per i colleghi più vicini e per gli amici “Michele”. Fondatore del trisettimanale locale “il Crotonese” nel 1980, Napolitano ne è stato direttore responsabile fino al 2012, quando ha lasciato l’impegno Leggi tutto…

Bellieni, D‘Atri e Scarinci. Parisi (Fnsi): “Fondamentale il ruolo del servizio pubblico”

Eletto il nuovo Cdr della Tgr Calabria

Claudia Bellieni

COSENZA – Eletto il nuovo Comitato di redazione della Testata Giornalistica Regionale Rai della Calabria che rimarrà in carica nel biennio 2016-2018. Ne fanno parte Claudia Bellieni, Giovanni Scarinci e l’uscente Gabriella D’Atri.
Nel corso delle due giornate di voto, curate dalla commissione elettorale composta dal Cdr uscente (Karen Sarlo, Livia Blasi e Gabriella D’Atri), alla presenza dei testimoni Erika Crispo ed Emanuele Franzese, hanno partecipato alla consultazione 21 giornalisti dei 24 aventi diritto, tre dei quali per delega.
I giornalisti della Tgr Calabria hanno accordato 15 preferenze a Claudia Bellieni, 13 a Giovanni Scarinci e Leggi tutto…

“Una solidarietà che si tocca”: così il giornalista al processo contro Roberto Spada

Daniele Piervincenzi: “Abbraccio vero dalla Fnsi”

Daniele Piervincenzi e Carlo Parisi stamane davanti all’aula Occorsio del Tribunale di Roma

ROMA – «Quello che ricordo quando siamo stati aggrediti è che nessuno è intervenuto in nostro aiuto. C’erano diversi ragazzi dentro la palestra, un paio di passanti fuori e ho ancora in mente il rumore di tapparelle tirate giù di corsa da quei curiosi che evidentemente dalla finestra avevano assistito alla scena. E, mentre ci allontanavamo dal luogo dell’aggressione, un ragazzo, passando, ci ha detto “questo è quello che vi succede se venite a rompere a Ostia”». È iniziato così, in aula, il racconto di Daniele Piervincenzi, il giornalista del programma Rai “Nemo – Nessuno escluso”, sentito dal tribunale di Roma nel processo che vede imputati Roberto Spada Leggi tutto…

Addio alla stravagante testata che nel 2015 era sparita per riapparire senza giornalisti

La Provincia di Cosenza cessa le pubblicazioni

COSENZA – Chiude La Provincia di Cosenza. Almeno per ora. Il quotidiano non arriverà più in edicola per decisione della famiglia Greco, titolare del marchio IGreco, noto nel mondo della produzione di vino e olio e impegnata nella sanità privata, e della IGeditori. Chiude senza alcun preavviso, senza che alcun componente della redazione giornalistica abbia invocato un intervento di mediazione o un incontro per analizzare la situazione.
Una storia tormentata sin dall’inizio, quella della Provincia di Cosenza, la cui chiusura è annunciata oggi dal direttore Domenico Martelli con un editoriale sulla prima pagina del giornale dove, nonostante le decisioni prese dagli editori, lascia un piccolo spiraglio per un nuovo progetto sul web. «Non mi era mai capitato – scrive Martelli – di doverfar coincidere l’epilogo di una esperienza professionale con quella del “mezzo” che l’ha ospitata. C’è sempre una prima volta, evidentemente. Per farla breve, questa andata in stampa è l’ultima edizione non solo della mia direzione responsabile, ma anche de “La Provincia”. Sì, il giornale sospende le sue pubblicazioni. Finisce qui».
Martelli, nel suo editoriale, scende ancora più nel dettaglio. «Il gruppo che è proprietario del marchio, la famiglia Greco – spiega – interrompe la sua esperienza nel mondo dell’editoria. Una scelta imprenditoriale e strategica, quella del gruppo, non mediabile e anche scarsamente dipendente da dinamiche strettamente commerciali. Diciamo che l’editoria è fuori ufficialmente dagli asset di questo che è un logo di successo (IGreco, naturalmente). Mai dire mai, ma per il momento è questa l’unica cosa di ufficiale che è possibile rintracciare».
«Sono intervenuto in corso d’opera – continua il direttore della testata – e in una situazione oggettivamente complicata, quale è quella che vivono tutti in quotidiani in formato cartaceo, e tuttavia ne conservo e conserverò un ricordo indelebile. Per i colleghi, per le emozioni, per le ansie, per le aspettative”.
Nel congedarsi, Martelli parla, però, di un possibile ritorno. «Ci rivediamo – promette – presto, molto presto. Con i ragazzi ci proveremo in forma del tutto indipendente. Sul nuovo “mezzo”, sì. Quel web che ho odiato all’inizio perché avevo ben capito che avrebbe vinto a braccio di ferro. Ma a tessere il filo sono sempre le notizie, anche scritte sulla sabbia…».
Fondata dalla Alessandro Editori dei giornalisti Marco Cribari, Eugenio Furia, Pablo Petrasso e Francesco Graziadio, che è stato anche il primo direttore della testata, La Provincia di Cosenza arriva in edicola dal novembre 2014, ma dopo due mesi, il 9 gennaio 2015, registra la frattura irreparabile con la Essegi editoriale.
«La Essegi editoriale – scriveva Graziadio nel suo ultimo editoriale – ha permesso Leggi tutto…

Stava realizzando un servizio davanti alla Questura di Reggio Calabria

Aggredito il giornalista Mario Idone

La Questura di Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA – Il giornalista pubblicista Mario Idone, 51 anni, videoreporter di Med Media News, service editoriale che fornisce servizi alle principali emittenti televisive nazionali, è stato aggredito stamane a Reggio Calabria mentre stava filmando l’uscita dalla Questura di tre persone arrestate per l’omicidio Leggi tutto…

Giornalista garbato e corretto, ha fatto la storia dell’informazione locale in Calabria

Addio ad Antonio Laurito, una vita per la cronaca

Antonio Laurito

CASTROVILLARI (Cosenza) – È stata una voce storica delle radio locali – da Radio Nord Castrovillari a Radio Calabria 3 – e volto, altrettanto indimenticabile, di Televiva, poi diventata Metrosat, altro pezzo di storia dell’informazione targata Calabria: Antonio Laurito, malato da tempo, si è spento nella notte a 69 anni. Giornalista pubblicista, iscritto all’Ordine della Calabria dal 1997, non aveva famiglia. La sua vita è sempre stata dedicata Leggi tutto…

I giornalisti Gabriel Kuchta e Ján Krempaský accompagnati da Michele Albanese

Slovacchi in Calabria per capire la ’ndrangheta

Da sinistra: Gabriel Kuchta, Michele Albanese e Ján Krempaský

REGGIO CALABRIA – «Come un giornalista slovacco, apprezzo tantissimo l’atteggiamento dei giornalisti italiani che ci stanno aiutando a fare luce sui contesti che potrebbero esserci dietro l’uccisione del nostro collega ed amico Jàn Kuciak». Lo dice Ján Krempaský, redattore del giornale nazionale slovacco Sme, Leggi tutto…

Don Ciotti, Lorusso, Albanese e Martellotta presentano la XIII Giornata della memoria

Libera e Fnsi insieme contro mafie e zona grigia

Da sinistra: Bepi Martellotta, Raffaele Lorusso, don Luigi Ciotti, Michele Albanese

BARI – Don Luigi Ciotti, fondatore di “Libera” è stato oggi a Bari per presentare, nella sede dell’Associazione della Stampa di Puglia, la tredicesima “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia” che si terrà a Foggia il prossimo 21 marzo. Il tema sarà “Terra, solchi di verità e giustizia” e vedrà l’organizzazione di un corteo attraverso la città e la lettura pubblica dei nomi delle vittime Leggi tutto…

“Il Consiglio regionale vanta una posizione di rilievo nell’informazione istituzionale”

Ufficio Stampa, il primato della Calabria

Da sinistra: Romano Pitaro, Gianfranco Manfredi, Carlo Parisi, Luisa Lombardo e Filippo Diano

REGGIO CALABRIA – Luisa Lombardo è stata confermata fiduciaria di redazione dell’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Calabria. Al suo secondo mandato, la giornalista è stata eletta all’unanimità dall’assemblea di redazione (Maria Cristina Cortese, Filippo Diano, Gianfranco Manfredi e Romano Pitaro) alla presenza di Carlo Parisi, segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria Leggi tutto…

Lunedì 12 al Palazzo dei giornalisti incontro con don Ciotti, Lorusso e Albanese (Fnsi)

Bari: Libera e Fnsi contro mafie e bavagli

Raffaele Lorusso e Michele Albanese con Marco Tardelli alla manifestazione di Ostia contro le mafie

BARI – Lunedì 12 marzo, alle ore 10.30, nella cornice del Palazzo dei giornalisti, sede dell’Assostampa Puglia, in strada Palazzo di città 5, a Bari, si terrà un incontro con il fondatore di “Libera”, don Luigi Ciotti, in preparazione della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”, Leggi tutto…

Parisi, Lombardo, Cambareri e Catanese: “Un questionario per migliorare i servizi”

Casagit, la Calabria fa appello agli iscritti

La Consulta Casagit Calabria: Luisa Lombardo, Pier Paolo Cambareri, Antonietta Catanese e Rosario Stanizzi (Sgc)

REGGIO CALABRIA – Una campagna di ascolto per i soci Casagit, l’individuazione di nuove strutture di eccellenza sul territorio calabrese e iniziative per divulgare, in maniera capillare, le opportunità offerte ai giornalisti dai quattro Profili della Cassa autonoma di assistenza integrativa dei giornalisti italiani. Si è snodata attorno a questi obiettivi la prima riunione targata 2018 della Consulta Casagit della Calabria, Leggi tutto…