Anno V numero
Agenda2014

Modulistica e Informazioni

Modulistica

Il 26 e 27 settembre nnostante il contratto nazionale di lavoro giornalistico Fnsi-Fieg sia già in vigore da tre mesi...

Giornalisti al voto per un referendum inutile

ROMA – Si svolgerà venerdì 26 e sabato 27 settembre, dalle ore 10 alle ore 19, il referendum sul rinnovo del Contratto nazionale giornalistico Fieg-Fnsi sottoscritto il 24 giugno scorso.
Le modalità di svolgimento sono state fissate dalla Giunta Esecutiva Fnsi, riunita il 24 luglio scorso insieme alla consulta delle Associazioni Regionali di Stampa, che  ha approvato, in adempimento della deliberazione del Consiglio Nazionale del 10 luglio, il regolamento per lo svolgimento delle operazioni referendarie inerenti il testo del rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro Giornalistico, sottoscritto dalla Fieg e dalla Fnsi il 24 giugno scorso.
Il Consiglio Nazionale della Fnsi, che ha approvato l’accordo per la rinnovazione del contratto nazionale di lavoro giornalistico Fieg-Fnsi e che “valutata positivamente l’ipotesi di referendum”, ha, infatti, demandato “alla Giunta Esecutiva le modalità di svolgimento del refereendum e la nomina della Commissione Elettorale centrale composta da Giovanni Rossi (Aser) presidente, Fabio Azzolini, Carlo Parisi, Paolo Perucchini e Lucia Visca. Supplente Giovanni Rossi (Sigim)
I seggi centrali resteranno aperti dalle ore 10 alle ore 19, mentre gli Leggi tutto…

Tra notizie inventate e goffe speculazioni da parte di chi tenta di confondere le acque

Giornalisti, non tutti gli inchini riescono col buco

REGGIO CALABRIA – Non c’è la notizia? Inventiamola. Non abbiamo argomenti per difenderci? Gettiamo fango e spariamo nel mucchio per confondere le acque. La magistratura indaga su fatti specifici? Rispolveriamo il vecchio detto siciliano “se tutto è mafia, niente è mafia” e, utilizzando qualche fido collaboratore, tentiamo di accreditarci come cavalieri senza macchia e senza paura, salvatori della patria, cristi in croce, depositari del Verbo e della speranza nella città del nulla, sperando – appunto – che qualche allocco ci caschi.
E’ amaro prenderne ancora una volta atto: se la stampa è in braghe di tela non è, purtroppo, solo colpa della crisi, ma anche dal malvezzo di inviare “segnali” che nulla hanno a che vedere con l’informazione e il giornalismo.
Partiamo dal fatto non fatto. Un sito on line, non nuovo al sensazionalismo infondato – tanto da meritarsi l’ironia del web che gli ha dedicato un’esilarante parodia – diffonde la non notizia di un presunto inchino della Vara della Madonna della Consolazione, l’altra mattina, durante la processione sul Corso Garibaldi di Reggio Calabria davanti alla segreteria politica di un Leggi tutto…

Gli studenti dell’istituto superiore si sono aggiudicati il Premio nazionale con il magazine “La voce di Leo”

Cosenza: al Da Vinci il “Giornalista per 1 giorno”

COSENZA – Il premio nazionale “Giornalista per 1 giorno” è stato assegnato alla redazione di “La voce di Leo”, il magazine realizzato dagli studenti dell’Istituto superiore “Leonardo da Vinci” di Cosenza, la cui dirigente è Graziella Cammalleri.
Gli studenti che curano il magazine, diretti dai professori Maria Gabriella Pugliese e Gerardo Barbetta, potranno partecipare così all’Oscar del giornalismo scolastico che si terrà nel 2015.
Grande la soddisfazione della dirigente del Da Vinci: “Sono molto orgogliosa dei miei ragazzi  – sottolinea Graziella Cammalleri – e di chi coordina il lavoro che viene pubblicato sul giornale. Così come sono soddisfatta, da dirigente, del riconoscimento nazionale che la redazione ha appena conseguito. Il nostro giornale multimediale è un vero e proprio house organ che pubblica le migliori esperienze formative e didattiche promosse dall’Istituto e che gli studenti vivono nel corso dell’anno Leggi tutto…

Lo ha ribadito il vicesegretario Fnsi al Mmasciata Fest di San Pietro in Guarano. Luciano Regolo: “Torniamo in edicola”

Carlo Parisi: “Il giornalismo non è un hobby”

Luciano Regolo e Carlo Parisi al Mmasciata fest 2014 di San Pietro in Guarano

SAN PIETRO IN GUARANO (Cosenza) – L’aggressione alla libertà di stampa è una nuova emergenza in Calabria. Il tema è stato al centro del dibattito anche in occasione del “Mmasciata Fest” 2014, che si è svolto a San Pietro in Guarano, centro presilano a pochi minuti da Cosenza. A organizzarlo il collettivo “Mmasciata”, un movimento di cultura giovanile nato nel 2002, che per una settimana ha curato iniziative sui tanti temi di Leggi tutto…

Così il vicesegretario nazionale della Fnsi Carlo Parisi. Luciano Regolo: “Basta silenzi”. Michele Albanese: “Uniti si vince”

Calabria: “Libertà di stampa è libertà dal bisogno”

Da sinistra: Gianluca Callipo, Mario Romano, Franco Cavallaro, Carlo Parisi, Giuseppe Sarlo, Luciano Regolo e Michele Albanese

PIZZO (Vibo Valentia) – Anche il Vibonese raccoglie la sfida: la libertà di stampa va difesa a tutti i costi da ogni tipo di condizionamento.
Nella straordinaria e impareggiabile cornice del castello Murat di Pizzo un’altra tappa della mobilitazione dopo quelle – svolte con l’imprimatur della Fnsi, la Federazione nazionale della stampa – di Polistena e di Soverato.
A organizzarla la Cisal, la Confederazione italiana sindacati lavoratori autonomi, che ha dato vita a un confronto a più voci tra addetti ai lavori, testimonianze di giornalisti “scomodi” al potere nelle sue variegate e perverse articolazioni ed esponenti del mondo politico, istituzionale e imprenditoriale.
Il confronto di Pizzo, moderato dal giornalista Giuseppe Sarlo che ne ha curato alla perfezione Leggi tutto…

A San Pietro in Guarano “Non ci sono domande stupide”. Al Mmasciata Fest 2014 anche il ricordo di Antonino Catera

L’Oragate e la libertà di stampa in Calabria

SAN PIETRO IN GUARANO (Cosenza) – Carlo Parisi, vicesegretario nazionale Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, e Luciano Regolo, direttore de “l’Ora della Calabria” concluderanno il “Mmasciata Fest 2014” parlando del cosiddetto “Oragate” e della libertà di stampa in Calabria. Leggi tutto…
Pausa estiva per il Sindacato Giornalisti e gli uffici regionali di Inpgi e Casagit dal 12 agosto al 2 settembre

Ferie d’agosto: uffici chiusi a Roma e in Calabria

REGGIO CALABRIA – Resteranno chiusi dal 12 agosto al 2 settembre gli uffici di via Biagio Camagna 28, a Reggio Calabria, sede del Sindacato Giornalisti della Calabria e degli uffici di corrispondenza regionali dell’Inpgi e della Casagit. Una chiusura che fa il paio con quella degli uffici della Fnsi, a Roma, che riprenderanno le normali attività il 3 settembre.
Pertanto, durante la pausa estiva, si fermeranno le attività al servizio dei colleghi, che riprenderanno, in Calabria come a Roma, mercoledì 3 settembre nei consueti orari: 8.30-12.30 e 14.30-18.30, dal lunedì al venerdì. Per eventuali Leggi tutto…

Su Giornalisti Italia tutte le notizie dall’Italia e dal mondo

www.giornalistitalia.it

Seguici anche su Facebook e Twitter

Confermato anche per la stagione 2014-2015 il protocollo d’intesa con Fnsi-Sgc, Odg e Ussi per la difesa della professione

Reggina Calcio, accrediti solo ai giornalisti veri

Lo Stadio “Oreste Granillo” di Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA – Confermato anche per la stagione sportiva 2014/2015 il protocollo d’intesa tra la Reggina Calcio, l’Ussi Calabria, la Fnsi-Sindacato Giornalisti della Calabria e l’Ordine dei Giornalisti della Calabria per la regolamentazione dell’accesso alla Sala Stampa e alla Tribuna Stampa dello Stadio “Oreste Granillo” di Reggio Calabria.
Obiettivo dell’accordo: fissare i criteri per il rilascio degli accrediti Leggi tutto…

Sfregiata l’auto a San Giovanni in Fiore. Il vicesegretario nazionale della Fnsi Carlo Parisi: “La violenza non piega le idee”

Vile intimidazione al giornalista Emiliano Morrone

Il giornalista Emiliano Morrone e la sua autovettura sfregiata a San Giovanni in Fiore

SAN GIOVANNI IN FIORE (Cosenza) – “Proprio stamani, domenica 17 agosto, sono rimasto vittima di uno sfregio da parte di un ignoto vigliacco, che ha tagliato circolarmente con un arnese il vetro della mia auto, una Fiato Bravo, parcheggiata sotto la scuola Gioacchino da Fiore, a San Giovanni in Fiore”.
A denunciare l’episodio è il giornalista Emiliano Morrone, 38 anni, aggiungendo: Leggi tutto…

Il sindaco di San Procopio sull’avviso di garanzia ricevuto: “Ho chiarito ogni circostanza. Tutto frutto di un equivoco”

Lamberti: “Mai avuto rapporti con le cosche”

Eduardo Lamberti Castronuovo

SAN PROCOPIO (Reggio Calabria) – La ridda di notizie concernenti la provvisoria imputazione formulata a mio carico, mi impone – nel rispetto del segreto investigativo ma costretto dalla necessità di difendere la mia reputazione e quella della parte sana dei Cittadini di San Procopio – talune precisazioni: mi sono presentato davanti al Pubblico Ministero e non Leggi tutto…

La reazione del sindaco all’indagine della Dda di Reggio per calunnia aggravata al giornalista Michele Inserra

Lamberti: “L’antimafia peggio della mafia”

REGGIO CALABRIA – “Sciascia l’aveva previsto che in assenza di un’adeguata cultura democratica l’antimafia sarebbe diventata peggio della mafia, ragionando secondo la stessa logica di sopraffazione ma potendo servirsi dei poteri delle istituzioni”. Si stenta a credere, ma è il commento Leggi tutto…

Dibattito pubblico, a San Giovanni in Fiore, con Luciano Regolo, Nicola Morra, Domenico Monteleone ed Emiliano Morrone

Calabria: l’informazione tra “Cinghiali e bavagli”

Luciano Regolo

SAN GIOVANNI IN FIORE (Cosenza) – Si terrà domani, mercoledì 13 agosto, a San Giovanni in Fiore (Cosenza) l’iniziativa di Assotutela “Cinghiali e bavagli”, dibattito pubblico sull’arroganza del potere e sul coraggio di informare.
Del tema discuteranno, alle ore 18 presso il bar Modernissimo, il senatore M5S Nicola Morra, l’avvocato Domenico Monteleone e i giornalisti Luciano Regolo ed Emiliano Morrone.
Sull’iniziativa, nei giorni scorsi, c’è stata una polemica con il Comune di San Giovanni in Fiore, amministrato da Antonio Barile, Leggi tutto…

Il sindaco-editore è accusato di “calunnia aggravata da modalità mafiose nei confronti del giornalista Michele Inserra”

La Procura antimafia indaga Lamberti Castronuovo

Edoardo Lamberti Castronuovo

Michele Inserra

REGGIO CALABRIA – L’assessore alla legalità della Provincia di Reggio Calabria, Eduardo Lamberti Castronuovo, è indagato dalla Procura della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, nella qualità di sindaco di San Procopio, per calunnia aggravata dalle modalità mafiose nei confronti del giornalista Michele Inserra, caposervizio della redazione di Reggio Calabria de “Il Quotidiano”.
Lamberti Castronuovo, alla presenza dei propri avvocati Nico D’Ascola e Marco Panella, è stato ascoltato stamane per circa un’ora e mezza dal sostituto procuratore della Dda, Alessandra Cerreti, in merito alla pesante reazione avuta nei confronti del giornalista che, a distanza di quarantotto ore dal caso dell’inchino della Vara davanti all’abitazione del boss Giuseppe Mazzagatti a Oppido Mamertina, ha pubblicato la notizia di un altro caso finito sotto la lente della Procura di Reggio Calabria e dei carabinieri: quello di San Procopio.
Michele Inserra ha, infatti, raccontato che nel piccolo comune aspromontano, che conta meno di 600 anime, di cui è appunto sindaco Eduardo Lamberti Castronuovo, l’8 luglio scorso altre “anomalie religiose” sono state riscontrate durante la processione della statua del patrono. “A destare l’attenzione degli investigatori – ha spiegato il giornalista – è stata una fermata di qualche minuto davanti all’abitazione di Grazia Violi, la moglie di Nicola Alvaro Leggi tutto…

La giornalista di Al Jazeera batte Sgarbi e Sangiuliano. Premio speciale “Alessandro Salem” per il giornalismo a Paolo Mieli

Premio Caccuri alla giornalista Barbara Serra

Barbara Serra

Paolo Mieli

CACCURI (Crotone) – Barbara Serra vince la terza edizione del Premio letterario Caccuri con il saggio “Gli italiani non sono pigri”. A sfidare la giornalista, attualmente ad Al Jazeera English, per la conquista della Torre d’argento, realizzata dall’orafo Michele Affidato, erano stati altri due finalisti: “Una Repubblica senza patria” di Vittorio Feltri e Gennaro Sangiuliano e Vittorio Sgarbi, con il suo “Mattia Preti”, pubblicato da Rubbettino, giunti ex aequo al secondo posto.
Barbara Serra è nata a Milano e dopo aver lavorato presso le redazioni della Bbc, di Sky news e di Five News, è diventata conduttrice del notiziario in prime time della redazione londinese di Al Jazeera. E’ cresciuta a Copenhagen e si è trasferita a Londra dove ha studiato alla London School of Economics. Barbara Serra, che è al suo primo libro, punta a rovesciare i luoghi comuni, mostrando le vere differenze culturali e lavorative fra l’Italia e il Nord Europa.
Racconta come gli italiani sanno vincere le sfide più attuali sfoderando le loro caratteristiche migliori: la creatività, la propensione alle relazioni personali, la duttilità, la passione per il lavoro ben fatto. “Gli italiani non sono pigri” è, però, anche il racconto di Leggi tutto…