Anno IX numero
Agenda2018
Manifesto
Convenzioni
Contratti

Modulistica e Informazioni

Modulistica
Modulistica
Modulistica
Modulistica
Varie
Agenda2018

Per la prima volta dopo 30 anni sarà orfano del fondatore e presidente Cosimo Bruno

Circolo del Pollino Sibaritide: il nuovo Direttivo

Da sinistra: Giuseppe Savoia, Francesco Cangemi, Erminia Zuccaro, Mario Alvaro, Giuseppe Soluri, Pino La Rocca, Benigno Le Pera e Giampiero Brunetti

LAGHI DI SIBARI (Cosenza) – Il Circolo della Stampa Pollino-Sibaritide ha eletto il suo nuovo Consiglio Direttivo che, per la prima volta dopo 30 anni, sarà orfano del suo fondatore Cosimo Bruno (per 22 anni consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti) dimessosi nei mesi scorsi dopo averlo presieduto ininterrottamente dal giorno della sua costituzione, avvenuta Leggi tutto…

A Nicoletta Giorgetti, Enrico Bellavia, Caruana Galizia, Onorati e Petretti

Premio Lucio Colletti: vince l’informazione

Fauzia Gavioli Colletti consegna il Premio Lucio Colletti a Nicoletta Giorgetti (foto Giornalisti Italia)

ROMA – «Un Premio che è e vuole continuare ad essere un inno alla libertà, al coraggio e al rigore morale, nel segno di Lucio Colletti, che fu, sopra ogni cosa, un uomo libero».
Così il professor Carlo Monaco, a lungo docente di Storia e Filosofia all’Università Alma Mater di Bologna e all’Università Carlo Bo di Urbino, ha aperto la cerimonia di consegna del Premio Lucio Colletti, promosso dal Centro Studi che ne porta il nome, custodendone la memoria, in un’incantevole Sala Pietro da Cortona, in Campidoglio, che da sola è valsa il viaggio per ospiti e premiati.
Tra un Guercino, un Caravaggio e un Tintoretto, Fauzia Gavioli, vedova Colletti, ha, infatti, consegnato ai vincitori dell’edizione 2018 del Premio – al tavolo dei relatori anche il filosofo Luciano Albanese, che a Colletti ha dedicato diversi studi – la bella targa in velluto rosso e un’opera pittorica che ciascuno ha avuto, non a caso, la libertà di scegliere tra quelle appositamente realizzate da Giulia Colletti, figlia del raffinato intellettuale, filosofo e politico, e da Blu Renzini.
Protagonista il mondo dell’informazione, quest’anno, al Premio Colletti – «Non mollo, voglio continuare a premiare uomini e donne meritevoli nel nome di Lucio, che era un uomo straordinario», ha scandito con la sua “selvaggia” fierezza la signora Fauzia, – che ha voluto omaggiare «il coraggio di un cronista che ha dedicato alla mafia molte pagine, su la Repubblica e in numerosi libri, Enrico Bellavia, oggi a Roma dopo aver lasciato la sua Palermo», e «la felice intuizione di Nicoletta Giorgetti, che, dopo aver lavorato per anni nella carta stampata, al Resto del Carlino, ha scelto la nuova tecnologia, internet, per realizzare “il giornale dei giornalisti”, Giornalisti Italia, di cui è coordinatrice».
«Intuendo, appunto, – ha sottolineato il professor Monaco – che anche i giornalisti, che per loro stessa natura informano, debbano essere a loro volta informati: l’obiettivo è, giustamente, quello di ampliare il dialogo interno e fare rete in una Leggi tutto…

Assieme ad Amato, Barone, Carruet, Della Valle, Riccardi, Mazzucca e Guarnieri

Premio Roma ad Angela, Mieli e Nicola Gratteri

l procuratore Nicola Gratteri alla Festa nazionale del lavoro organizzata dalla Fnsi a Reggio Calabria il 1° maggio scorso (Foto Marco Costantino/Giornalisti Italia)

ROMA – Saranno uomini della cultura, dello spettacolo, delle istituzioni e della letteratura a ricevere, questa sera, nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università La Sapienza di Roma, i riconoscimenti dell’edizione 2018 Leggi tutto…

I cittadini di San Procopio chiudono il capitolo con l’ex editore di Reggio TV

Lamberti Castronuovo bocciato dalle urne

Eduardo Lamberti Castronuovo

SAN PROCOPIO (Reggio Calabria) – Eduardo Lamberti Castronuovo, 68 anni, giornalista pubblicista, ex assessore alla legalità della Provincia di Reggio Calabria, fondatore ed editore dell’emittente televisiva Reggio TV, è stato bocciato dai cittadini di San Procopio che non lo hanno confermato sindaco del piccolo comune preaspromontano. Eletto sindaco il 28 ottobre 2012 con il 91,63% dei voti, ieri si è visto, Leggi tutto…

Carlo Parisi (Fnsi): “Dalla Cassazione storica sentenza per il praticantato giornalistico”

Rossana Caccavo, l’ultima condanna di Esperia Tv

Rossana Caccavo

ROMA – La Corte di Cassazione ha, finalmente, messo la parola fine al contenzioso giudiziario originato dall’illegittimo licenziamento, in tronco e “con effetto immediato”, della giornalista Rossana Caccavo, consigliere del Sindacato Giornalisti della Calabria, avvenuto con una comunicazione di dieci righe consegnatale a mano, il 15 aprile 2013, appena cinque giorni dopo la sua elezione a fiduciario Leggi tutto…

Storia di Roberto Grandinetti, giornalista professionista che dopo 20 anni cambia vita

Sono morto redattore … e rinato professore

Roberto Grandinetti e la copertina del libro edito da Luigi Pellegrini Editore

COSENZA – “Sono morto redattore” (Luigi Pellegrini Editore, 256 pagine, 14,99 euro, ebook 7,99 euro) è la storia di un giornalista professionista che, dopo vent’anni, decide di cambiare vita e passare all’insegnamento. Una scelta dolorosissima, dettata dalla necessità, che ancora oggi lo fa soffrire. È la storia di Roberto Grandinetti, 51 anni, calabrese di Cosenza,  laureato in Lettere all’Università della Calabria, giornalista professionista dal 2003 e, per oltre dieci anni, responsabile della cronaca giudiziaria de “Il Quotidiano della Calabria”, Leggi tutto…

L’Odg Calabria bacchetta Concetta Stanizzi (Stalettì): “Così offende tutta la categoria”

Giornalisti: quando un sindaco spara nel mucchio

Da sinistra: il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri, e il sindaco di Stalettì, Concetta Stanizzi

CATANZARO – «“È tutta colpa della stampa”. Attaccare i giornalisti è diventato, di fatto, uno sport nazionale». Lo ricorda l’Ordine dei giornalisti della Calabria replicando al sindaco di Stalettì, Concetta Stanizzi, che «non ha esitato, durante la sua campagna elettorale per la riconferma, a sparare nel mucchio». «Parlare genericamente di manipolazioni e complotti ad opera di Leggi tutto…

Un articolo sul quotidiano Alto Adige fa scoppiare il caso, ma è solo ignoranza

Se un giornalista non conosce la geografia

COSENZA – Se la geometria non è un reato (per dirla come Renato Zero), la geografia (anzi la mancata conoscenza di quest’ultima), dovrebbe esserlo. Sta scatenando un putiferio l’articolo uscito sul quotidiano “Alto Adige” relativo alla partita di calcio fra la squadra trentina del Sudtirol ed i calabresi del Cosenza, che questa sera, a Bolzano, si affronteranno nella gara di andata dei playoff di Lega Pro. Ritorno previsto al San Vito di Cosenza domenica 10. Ma qual è il motivo della rabbia, e anche dell’ironia social, Leggi tutto…

In corso a Lisbona l’Assemblea Annuale della Federazione europea dei giornalisti

Efj: precarietà uguale disinformazione

Da sinistra: Anna Del Freo, Carlo Parisi, Philippe Leruth e Raffaele Lorusso all’Assemblea Annuale Efj in corso a Lisbona

LISBONA (Portogallo) – “La nostra precarietà è la tua disinformazione” è il tema dell’Assemblea Annuale dell’Efj, la Federazione europea dei giornalisti, in programma oggi a Lisbona. Settantadue tra delegati e osservatori di 30 Paesi europei si sono dati appuntamento al Centro di Informazione Urbana di Lisbona alla presenza del presidente e del segretario generale della Federazione internazionale (Ifj), Philippe Leruth ed Antony Bellanger. La Federazione Nazionale della Stampa Italiana è presente con Leggi tutto…

L’Istituto comprensivo di Botricello porterà il nome della giornalista uccisa in Somalia

La Calabria intitola una scuola ad Ilaria Alpi

Ilaria Alpi

BOTRICELLO (Catanzaro) – Si svolgerà domani, martedì 5 giugno, alle ore 9.30, la cerimonia di intitolazione dell’Istituto comprensivo di Botricello alla giornalista Ilaria Alpi, uccisa il 20 marzo 1994, insieme all’operatore Miran Hrovatin, in un agguato per le strade di Mogadiscio.
La manifestazione è stata promossa dall’Istituto comprensivo di Botricello e dall’Amministrazione comunale della cittadina ionica e si terrà nel cortile della scuola, in via Rinascimento, alla presenza degli studenti, del personale scolastico e dei rappresentanti delle istituzioni.
La decisione di intitolare la scuola alla giornalista Rai è stata assunta nel corso dell’anno scolastico, con un progetto che ha coinvolto il personale docente e gli studenti, ripercorrendo la storia di Ilaria Alpi, il suo impegno per la ricerca della verità, il suo essere donna e professionista impegnata non solo nel raccontare i fatti, ma anche nell’approfondire vicende “scomode”, come accaduto proprio in Somalia.
La scuola intitolata ad Ilaria Alpi è, dunque, un simbolo per la libertà di pensiero e di espressione, sensibilizzando le nuove generazioni sull’immenso valore della verità. L’iniziativa rappresenta anche un forte messaggio di collaborazione tra le istituzioni presenti sul territorio, dal momento che l’Istituto comprensivo e l’Amministrazione comunale hanno lavorato a stretto contatto Leggi tutto…

In Campania con Lucarelli, Falco, Ercole (Odg), Parisi, Di Pietro, Cocciulillo (Fnsi)

L’Ufficio Stampa nell’era dei social media

CUSANO MUTRI (Benevento) – “L’Ufficio Stampa nell’era dei social media” è il tema del corso di formazione in programma sabato 2 giugno a Cusano Mutri, in provincia di Benevento, su iniziativa dell’Ordine dei Giornalisti della Campania.
Dalle ore 9.30 alle ore 13.30 nella Terrazza Convento di Piazza Orticelli si parlerà delle due frontiere del giornalismo che offrono grandi possibilità lavorative a quanti credono ancora nella professione: uffici stampa e internet.
All’incontro parteciperanno: il presidente e il vice presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli e Mimmo Falco; il segretario generale aggiunto della Fnsi, Carlo Parisi; il componente della Giunta Esecutiva Fnsi e presidente dell’Assostampa Molise, Giuseppe Di Pietro; il consigliere d’amministrazione dell’Inpgi e vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte, Ezio Ercole; il presidente del Gus Piemonte, Efrem Bovo; il docente di sociologia dell’Università di Chieti, Ezio Sciarra; e la social media stretegist Antonella Vitelli. Coordina i lavori Enrico Cocciulillo, componente della Giunta Esecutiva Fnsi e presidente della Commissione Pubblicisti. I giornalisti partecipanti al corso avranno diritto a 4 crediti formativi. (giornalistitalia.it)

Alla giornalista siciliana il Premio Troccoli e la cittadinanza di Cassano Ionio

Maria Pia Farinella cittadina della Calabria

Maria Pia Farinella con il XXXII Premio Troccoli Magna Graecia sul palco di Cassano Ionio (Foto Alessandro Bellizzi)

CASSANO IONIO (Cosenza) – Maria Pia Farinella diventerà anche cittadina della Calabria. Alla giornalista siciliana, già caporedattore di Rai Mediterraneo, verrà infatti conferita la cittadinanza onoraria di Cassano allo Ionio, il Comune della provincia di Cosenza che, ieri sera, le ha consegnato il 32° Premio Troccoli-Magna Graecia per il Giornalismo. Ad annunciarlo è stato il commissario Leggi tutto…

Dalla baracca nella discarica reggina di Archi a miglior attore al 71° Festival di Cannes

Marcello Fonte, la favola del ragazzo di Calabria

Marcello Fonte

CANNES (Francia) – “Da piccolo a casa mia, pioveva sulle lamiere, chiudevo gli occhi e mi sembrava di sentire degli applausi, e ora apro gli occhi e sento un calore come in famiglia, mi sento a casa. Credo che la mia famiglia sia il cinema e questa sabbia di Cannes, di cui ogni granello è importante. Ringrazio Matteo che si è fidato e ha avuto il coraggio, Leggi tutto…

Dal 21 al 26 maggio con don Stamile, don Panizza, Prestia e Michele Albanese

Tgr Calabria in diretta contro la ‘ndrangheta

Il caporedattore della Tgr Calabria, Luca Ponzi, e il direttore della Tgr nazionale, Vincenzo Morgante

COSENZA – Dal 21 al 26 maggio la Tgr Calabria sarà in diretta da alcuni luoghi simbolo della lotta alla ’ndrangheta: Cetraro, Lamezia, Limbadi, Bovalino, San Luca e Cittanova. Due gli appuntamenti: alle 7.30 in Buongiorno Regione e nel Tg delle 14. È questa la nuova campagna sociale della Tgr Calabria – direttore Vincenzo Morgante, vicedirettore Carlo de Blasio, Leggi tutto…

“Il rischio è sottovalutare la cosa e perdere la guerra. La Rai ci aiuti a fare piena luce”

Albanese: “Italia drogata dall’economia criminale”

Michele Albanese, giornalista consigliere nazionale Fnsi responsabile per la legalità

ROMA – “L’economia criminale per un giro d’affari di decine e decine di miliardi di euro prodotti ogni anno sta drogando l’economia del nostro Paese e ci sta mettendo a repentaglio”. Il giornalista Michele Albanese, consigliere nazionale Fnsi delegato alla legalità, a cui il 17 luglio 2014 la ’ndrangheta ha cambiato la vita e che da allora vive sotto scorta, ha lanciato un allarme chiaro nel corso del convegno  “Giornalismo antimafia e libertà di stampa” organizzato, a viale Mazzini, dalla Direzione Comunicazione Rai Leggi tutto…